Il Sinagra interrompe il digiuno (2-1). Al Gescal non basta il gol del portiere

SinagraL'esultanza del Sinagra a fine gara

Dopo quattro mesi e mezzo senza vittorie il Sinagra torna a sorridere centrando un importante colpo salvezza esterno contro una diretta rivale come il Gescal. Tre punti pesantissimi per i giallorossi di mister Infirri, che approcciano bene al match e dopo un solo giro di orologio si portano in vantaggio con Gullà, che raccoglie l’ottimo invito di Siragusano e con un preciso tocco col destro batte l’estremo difensore biancoverde. Per l’attaccante giallorosso è la sesta rete in campionato. Il Gescal di Di Maria tenta subito la risposta, ma la punizione di Marino dal limite non crea pericoli.

Sinagra

Le formazioni di Sinagra e Gescal a Bisconte

Il Sinagra torna a spingere e al quarto d’ora troverebbe la rete del raddoppio con Siragusano ma l’arbitro annulla per fuorigioco dello stesso numero 9 ospite. Insiste comunque la squadra di Infirri che si rende nuovamente minacciosa con i soliti Siragusano che dalla distanza sfiora il palo alla sinistra del portiere e Gullà, il cui destro dal limite costringe agli straordinari Siracusa. È sempre più una sfida personale: Siragusano – ricevuta palla dal compagno – calcia a colpo sicuro, trovando però la respinta di Diano sulla linea di porta.

Gli sforzi dei giallorossi vengono comunque premiati a sei minuti dall’intervallo, quando proprio Siragusano riprende il lancio di Masi e con un chirurgico sinistro batte il portiere di casa, siglando la sua prima rete in campionato. Nonostante il pesante passivo i locali tentano di riaprire il match, ma prima La Rocca calcia sulla traversa in acrobazia poi i biancoverdi reclamano anche un calcio di rigore per un presunto fallo di Fogliani su Scimone non sanzionato dal direttore di gara. Prima dell’intervallo il Sinagra torna a bussare alla porta di Siracusa ma la punizione di Scarbaci si stampa sulla traversa.

Gescal

Domenico Lo Presti del Gescal

Nella ripresa sono ancora gli ospiti a rendersi subito pericolosi con Gullà che da posizione vantaggiosa non inquadra lo specchio della porta. Il Gescal cerca di riaprire la gara, ci prova in più occasioni con Marino che trova la ribattuta del portiere, Zappalà che da pochi passi spara incredibilmente sul fondo l’assist di Giordano e nuovamente Marino che a sette minuti dal termine centra il palo con Tiano che sulla ribattuta calcia tra le mani del portiere.

La rete per i ragazzi di Di Maria arriva comunque poco prima del fischio finale quando il portiere Siracusa calcia una punizione dalla distanza con la palla che non viene toccata da nessuno, finendo alle spalle del suo collega. E’ l’uno a due che fissa il punteggio finale. Ai biancoverdi non basta per ristabilire il pareggio perché il Sinagra difende bene il vantaggio e alla fine porta a casa la terza vittoria del suo campionato. Tre punti pesantissimi che proiettano i giallorossi a quota 14 punti a tre lunghezze dalla salvezza diretta e con una gara ancora da recuperare. Il gescal, dopo due risultati positivi di fila, si ferma sul più bello e rimane a 19 punti dovendo ancora lottare per il mantenimento della categoria.

Sinagra

I calciatori del Sinagra

Gescal-Sinagra 1-2
Marcatori: 2’ Gullà (S), 40’ Siragusano (S), 42’ st Siracusa (G)
Gescal: Siracusa, Giordano, Mangano (34’ st Bertè), Lo Presti, Tiano, Di Stefano, Scarantino, Marino, La Rocca, Arena (1’ st Zappalà), Scimone (10’ st Ventra). A disp.: Crupi, De Salvo, Farina, Milica. All. Di Maria.
Sinagra: Spanò, Scarbaci (42’ st Tranchita), Saccà, Natalotto (31’ st Fogliani T.), Siragusano, Gullà, Masi, Giuppa, Monastra, Liuzzo (40’ st Ratto), Fogliani N.. A disp.: Calamunci, Giglia, Lo Presti. All. Sardo Infirri.
Arbitro: Russo di Acireale.