Il Sant’Agata non va oltre il pari con la Parmonval e perde terreno dalle prime

Sant'Agata-Parmonval

Doveva essere una vittoria per non perdere ulteriore terreno da Licata e Canicattì ed invece è arrivato solo un pari, il secondo consecutivo. Un risultato per quanto visto in campo è giusto, perché se è vero che il Sant’Agata ha avuto un maggiore possesso palla e cercato in maniera più insistente la vittoria, è altrettanto vero che la Parmonval, ben messa in campo, ha giocato la sua onesta partita, contenendo gli attacchi locali e poi cercando di pungere con rapide ed insidiose ripartenze.

Passando alla cronaca, dopo la classica fase di studio, al 15′ il Sant’Agata sfiora il gol con Biondo che dopo aver saltato il diretto avversario si accentra e lascia partire un tiro che sorvola di poco la traversa. Quattro minuti dopo Giannattasio su punizione pesca Pino che di testa centra la traversa. Il Sant’Agata gioca su ritmi altissimi ed al 21′ dopo aver recuperato palla ci prova da lontanissimo, Tarantino è attento e blocca. Al minuto 25, si fa viva la Parmonval con Rappa, il cui tiro però non impensierisce più di tanto Ingrassia. Con il passare dei minuti la Parmonval guadagna terreno e mister Venuto cambia atteggiamento tattico alla sua squadra passando dall’iniziale 4-2-3-1 al 4-3-3. Al 32′ torna a farsi pericoloso il Sant’Agata, ma sul versante opposto risponde Cardinale al 41′ con una conclusione dal limite che scheggia la traversa. Prima del riposo un tiro di Giannattasio deviato sibila accanto al palo Nella ripresa, al 55’ ,dopo un corto rinvio di Bontempo la palla viene raccolta al limite da Rappa che tutto solo e da posizione centrale calcia a lato. Il Sant’Agata, sostenuto a gran voce dal Kaos ’96, torna a farsi pericoloso al 64’ con una bella percussione di Pino che dopo aver saltato tre avversari entra in area e lascia partire un forte tiro che però non inquadra lo specchio della porta. Sul versante opposto pericolosissima la Parmonval al termine di una rapida ripartenza con Cardinale S. che ben servito da Sidoti spreca calciando a lato della porta difesa da Ingrassia. L’ultima emozione il match la regala intorno al 70’ con una punizione di Costa che finiste alta di poco. Nei restanti minuti i padroni di casa vanno in forcing, ma a parte qualche mischia in area non creano problemi ai palermitani che al triplice fischio esultano per il punto conquistato. Umore opposto invece in casa Sant’Agata, atteso adesso da tre trasferte consecutive. Si comincia mercoledì a Mazara con il ritorno dei quarti di Coppa Italia, dove si ripartirà dall’1-1 dell’andata, e poi in ordine cronologico Favara e Licata.

CITTA’ DI SANT’AGATA-PARMONVAL 0-0
Città di Sant’Agata: Ingrassia, Scaffidi, Zingales, Giannattasio (70’ Saverino), Bontempo, Tricamo, Pino, Costa, Khoris (60’ Scolaro), Cicirello, Biondo. All. Antonio Venuto.
Parmonval: Tarantino, Marong, Rizzo, Colley (90’ Milano), Calandra, Bennardo, Cincotta, Cardinale A., Sidoti (76’ Cardilicchia), Rappa, Cardinale S. All. Paolo Calafiore.
Arbitro: Benito Saccà di Messina. Assistenti: Giuseppe Minutoli di Messina e Orazio Costantino di Barcellona P.d.G.
Note: Ammoniti: Tricamo, Calandra, Bennardo, Cardinale A., Rappa

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti