Il Sant’Agata chiude una splendida stagione. Non riesce l’impresa con la Cavese

CaveseFoggia e compagni celebrano la vittoria

Con due reti messe a segno nella ripresa, la Cavese supera il Città di Sant’Agata e approda in finale playoff, dove troverà l’Acireale, che nell’altra semifinale del girone I ha superato il Lamezia. Cala dunque il sipario sulla stagione biancoazzurra, che rimane assolutamente splendida. Non sarà certo la sconfitta maturata al “Simonetta Lamberti “di Cava de’ Tirreni a far cambiare i giudizi su una compagine che ha regalato per tutto l’arco del campionato grandi emozioni ed è entrata di diritto nella storia sportiva santagatese. A testimoniarlo i 21 risultati utili nelle ultime 23 gare disputate.

Sant'Agata

Un primo piano di Tommaso Squillace (foto Ambra Romano)

Passando alla cronaca, dopo la classica fase di studio all’11’ si fanno vivi i padroni di casa con una conclusione dal limite di Romizi, Bethers neutralizza agevolmente. Ben più pericoloso il Sant’Agata al 25’, quando Squillace servito da Catalano calcia al volo dai e impegna severamente Anatrella costretto a sfoderare un prodigio per evitare che il pallone si insacchi. Quattro minuti più tardi ci prova Catalano direttamente dalla bandierina del corner, Anatrella non azzarda la presa e allontana con i pugni. Cavese pericolosa al minuto 38, con Aliperta che dalla distanza scaglia una sassata che finisce fuori di poco. E’ il miglior momento dei padroni di casa che sessanta secondi dopo ci provano con la forbice di Fissore, Bethers è attento e smanaccia in angolo. Al 41’ ancora locali pericolosi, questa volta con la girata di Allegretti che finisce alta di poco. In pieno recupero la formazione guidata da Domenico Giampà potrebbe passare, ma l’ottimo Anatrella disinnesca un tiro di Alagna destinato all’incrocio dei pali.

Cavese

Ciro Foggia in azione con la maglia della Cavese

Nella ripresa dopo appena due minuti ci prova Catalano, ancora una gran partita la sua, ma la conclusione a giro finisce tra le braccia del locale numero 1. Al 60’, il Sant’Agata perde palla in uscita, Foggia serve Allegretti ma il suo diagonale viene neutralizzato da Bethers. Un minuto dopo veloce ripartenza del Sant’Agata che si conclude con il tiro di Calafiore parato in tuffo da Anatrella. Sul capovolgimento di fronte la Cavese passa. Allegretti sfrutta un errore difensivo dei biancoazzurri e batte l’incolpevole Bethers. Al 65’ ci prova Brugaletta di testa il pallone finisce alto. Al minuto 88 i campani chiudono virtualmente la gara con la rete del raddoppio messa a segno da Palma. In pieno recupero ci prova Sannia dalla distanza, ma ancora una volta Anatrella riesce a sventare la minaccia con un super intervento.

Autori

+ posts