Il Santa Teresa Volley cede in casa contro il Cerignola per 3-0

Santa Teresa VolleyLa formazione del Santa Teresa Volley s

Sconfitta interna per il Santa Teresa Volley nella 18ª Giornata del Campionato di Serie B1 girone D contro il Cannone Libera Cerignola. Molti errori tra le rosso-blu, sia in fase difensiva che in attacco, ma a primo impatto è apparsa evidente la mancanza di concentrazione che nel corso della gara si è tramutata in demoralizzazione. A nulla sono valsi gli ingressi di Santin e Monzio Compagnoni in luogo la prima di Raquel Ascensao, la seconda al posto di Cassone e, successivamente, di Marlene Ascensao. Troppe le indecisioni, specie in fase di ricezione, di copertura e in zona di conflitto.

Santa Teresa Volley

Emiliano Giandomenico (tecnico del Santa Teresa Volley)

Mister Breviglieri, privo del suo martello Martilotti, schiera le sue con Angelelli in palleggio, Mauriello opposta, Facendola e capitan Montenegro in attacco, Pisano libero e la fortissima coppia di centrali Neriotti/Cesario. Giandomenico parte con Surace in cabina di regia, Raquel Ascensao opposta, Cassone e Marlene Ascensao centrali, Ghezzi e Lestini di banda e Silvia Lanzi libero. Nel primo set le padrone di casa, sotto per 4-2, sfruttano un buon turno al servizio della Surace e ribaltano il parziale portandosi sul 6-4 grazie a capitan Lestini. Nuovo vantaggio esterno con le pugliesi che si riportano avanti sul 9-7 a seguito di un’invasione della Surace. Timido lento recupero delle locali ma un attacco sulla rete di Raquel Ascensao fissa il parziale sul 15-12 mper le ospiti. Sul 20-18 pugliese, si assiste all’ingresso in campo di Chiara Monzio Compagnoni per Cassone. Le ospiti non cedono, anzi allungano sul 24-20 a seguito di un errore della Surace. Il punto decisivo del 25-21 lo sigla Maria Mauriello. Avvio di secondo set di gran carriera per le foggiane che si portano sul 7-1 (Ghezzi murata da Neriotti), ma Lestini al servizio con le sue palle corte si rivela letale, creando qualche patema tra le avversarie, e le locali rimontano fino al -1 (7-8). Equilibrio fino al 15-15 grazie a un muro vincente di Monzio Compagnoni dopo un incredibile recupero di Lanzi. Vantaggio interno sul 18-17 ma poi è solo Cerignola: Camilla Neriotti al servizio crea molti problemi nella retroguardia rosso-blu (18-21). Ghezzi riporta sotto le sue a -1 (21-22), ma prima la Montenegro, poi un “murone” su Santin e infine Facendola sanciscono la fine del set con l’identico parziale del primo. Equilibrio iniziale, nel set successivo, fino al 5-5, poi le ospiti gradatamente prendono il largo prima portandosi sull’8-5 (Lestini attacca dalla retroguardia ma pesta la linea dei tre metri) e poi sul 13-7 (attacco vincente della Mauriello). Neriotti fissa il punteggio sul 16-8 e Giandomenico è costretto al time-out. Le ospiti prendono il largo e allungano a +9 (13-22). Fiammata finale delle locali che rintuzzano fino al -3 (19-22) (tap-in vincente di Gloria Santin), ma è un errore in battuta della stessa veneziana che fissa il terzo set sul 25-20 per le pugliesi.

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti