Il rush finale di mercato porterà anche Pietro Arcidiacono a Messina

FornitoArcidiacono in azione a Messina, Fornito prova ad arginarlo

L’attaccante Pietro Arcidiacono è ormai ad un passo dall’ACR Messina. Si attende soltanto l’annuncio dell’accordo con il calciatore e della contestuale rescissione del contratto che lo legava alla Sicula Leonzio. Una doppia intesa che sarà ufficializzata nelle prossime ore.

Pietro Arcidiacono

Pietro Arcidiacono in azione con la maglia della Sicula Leonzio

La 30enne punta catanese, che in carriera ha disputato una decina di campionati in C, con circa 270 presenze complessive e quasi 60 reti all’attivo, rappresenterà un altro grande colpo di mercato della società peloritana, che negli ultimi giorni ha deciso di innalzare il budget stanziato a inizio estate per assicurarsi due elementi in grado di fare la differenza in D: Genevier in mezzo al campo e Arcidiacono appunto in attacco.

Il calciatore in mattinata si è allenato regolarmente a Lentini e ora sta definendo i dettagli dell’accordo con la società di Pietro Sciotto. Ad agevolare la fumata bianca anche la presenza del procuratore di Alessandro Cicchetti, che assiste gli altri giallorossi Gambino, Biondi e Cossentino (che avrebbe però cambiato agente nel corso dell’estate). L’ex Cosenza e Martina completa un reparto offensivo di grande spessore, del quale fanno parte anche Petrilli e Rabbeni.

Pietro Arcidiacono

La firma di Pietro Arcidiacono con la Sicula Leonzio

Il direttore sportivo Adriano Polenta ha riavviato la trattativa con Arcidiacono dopo che si è arenata la possibilità di ingaggiare l’ex catanzarese Antonio Letizia e in virtù della perdurante attesa sulle condizioni dell’ex foggiano Giovanni Cavallaro, reduce da un periodo di inattività e costretto ad attendere la settimana prossima per il responso medico che dovrebbe consentirgli di tornare in campo.

Nelle ultime ore di mercato la distanza tra domanda e offerta si è ridotta e, grazie al nuovo sforzo della proprietà, l’ACR è pronto ad assestare un altro colpo in grado di scuotere una piazza ancora un po’ assopita e sfiduciata, dopo anni bui.

Domenica in riva allo Stretto è atteso il Bari e dalla Puglia è annunciata una bella cornice di pubblico: già 400 i tagliandi staccati nelle prime ore di prevendita, secondo quanto riferito dall’ufficio stampa peloritano. La metà degli 800 messi a disposizione, dopo il via libera della Commissione di Vigilanza. Gli appassionati messinesi, punti nell’orgoglio, potrebbero rispondere con rinnovato entusiasmo, indotto anche dalle operazioni di mercato last minute.

Commenta su Facebook

commenti