Il regolamento per le rose e gli Under 21 nel campionato di Lega Pro

L'ingresso di Catanzaro e Messina (foto Furrer)

Dopo la riammissione del Messina in Lega Pro, sancita dal Consiglio Federale, facciamo chiarezza circa il regolamento sulle rose per la stagione 2015-16 e dunque riguardo alla limitazione dell’utilizzo dei calciatori. Come recita il comunicato n.84/L dello scorso 28 agosto le società, indipendentemente dal numero di calciatori tesserati, possono utilizzare nelle gare ufficiali di Campionato (stagione regolare e gare di play-off e play-out) un numero massimo di 24 calciatori che dovranno risultare inseriti nella lista che dovrà essere trasmessa mediante pec o fax alla Lega Pro 24 ore prima dell’inizio della prima gara di Campionato della stagione sportiva 2015-16. Inoltre le società potranno utilizzare senza limitazione ulteriori calciatori “Giovani di serie”. La lista incompleta può essere integrata sino al massimo numero consentito, anche al di fuori dei periodi dei trasferimenti, esclusivamente a seguito del tesseramento di calciatori svincolati o di calciatori professionisti già tesserati per la società ed inizialmente esclusi dalla lista. Nel rispetto delle norme generali sui trasferimenti e sul tesseramento dei calciatori, le società possono sostituire in qualsiasi momento nella lista un  portiere con un altro portiere, nonché integrare la lista con un portiere, ovvero sostituire in qualsiasi momento un calciatore con cui sia intervenuta una risoluzione di contratto – consensuale o per inadempimento – con un altro calciatore già tesserato per la medesima società o svincolato.

Il pallone ufficiale della Lega Pro

Il pallone ufficiale della Lega Pro

Per poter accedere alla ripartizione dei corrispettivi per tale capitolo di erogazione – prosegue la nota – il cui ammontare complessivo verrà determinato dall’Assemblea delle società che verrà convocata prima dell’inizio del Campionato 2015-16, la lista, ancorché incompleta dovrà comprendere, al termine di ciascun periodo dei trasferimenti, un numero minimo di calciatori U.21 (nati negli anni 1994 e seguenti) di 5 (cinque) unità. L’importo riconosciuto verrà gradualmente incrementato all’aumentare del numero di calciatori U.21 inseriti nella lista sino ad un massimo, al fine dei conteggi, di 10 (dieci) unità. Il numero di calciatori U.21 da attribuire ad ogni società verrà determinato al termine di ciascun periodo dei trasferimenti e non verranno conteggiati ulteriori inserimenti successivi ai predetti termini.

Lega Pro

La sede della Lega Pro a Firenze

Il calciatore U.21 tesserato a titolo di “Cessione di contratto Temporanea” o “Trasferimento Temporaneo” proveniente da Società di serie A o B per il quale non sia contestualmente previsto un premio di valorizzazione incondizionato di importo pari quantomeno al compenso lordo globale spettante al tesserato  stesso, sarà escluso dal computo dei calciatori U.21. Così pure sarà escluso da detto computo il tesserato in prestito oneroso da società di serie A o B o per il quale esistano diritti di opzione e di contropzione. L’importo globale che l’Assemblea vorrà destinare a tale voce di contribuzione sarà suddiviso in parti uguali fra la prima parte della stagione (termine del primo periodo dei trasferimenti – termine del secondo periodo) e la seconda parte (termine secondo periodo trasferimenti – termine della stagione sportiva). L’importo da riconoscere ad ogni società per ciascun periodo verrà calcolato suddividendo l’importo relativo alla parte della stagione in esame per il numero totale di calciatori U.21 validi agli effetti del calcolo ed inseriti nelle liste delle società e moltiplicando la frazione risultante per il numero di calciatori U.21 validamente indicati dalla società nella lista.

Commenta su Facebook

commenti