Il morso del “Cobra” Ragosta, poi Mascari: il Messina batte 2-1 l’Ercolanese

RagostaRagosta festeggiato dai compagni (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Al “Franco Scoglio” i giallorossi ottengono un altro successo. Al 24′ la rete dell’1-0 siglata dall’attaccante su assist di Rosafio, in pieno recupero il raddoppio del classe ’99 e per gli ospiti il penalty trasformato da Sorrentino. 

Il pre-partita. Nel turno pre-pasquale Messina di scena al “Franco Scoglio” contro l’Ercolanese, quinta forza del torneo. I giallorossi tornano a giocare in casa ad oltre un mese di distanza dall’ultima volta: era il 18 febbraio, giorno del 2-1 sul Roccella. Emergenza tra i pali per la contemporanea assenza di Prisco (squalificato) e Meo (infortunato). Maglia da numero 1 affidata a Rinaldi, a disposizione c’è il giovane Di Marzo. Manetta e Bossa rappresentano le altre due novità nello schieramento rispetto al match del “D’Alcontres”. Modica, che deve ormai rinunciare stabilmente a Yeboah, è costretto alla tribuna come avverrà da qui al termine della stagione. In panchina a guidare la squadra il vice Michele Facciolo. Nell’Ercolanese c’è l’ex Pezzella, al Messina nella prima parte del campionato.

Lavrendi

Lavrendi supera in velocità l’ex Pezzella (foto Vincenzo Nicita Mauro)

La cronaca. Messina pericoloso al 6’ con l’iniziativa sulla destra di Lia che accelera sulla corsia e serve Lavrendi che però non impatta bene e spedisce sul fondo. Al 10’ Bossa svirgola malamente la conclusione dai venti metri. Ammonito per simulazione Tedesco al 16’: questa la decisione di Emmanuele di Pisa dopo il contatto in area tra l’attaccante campano e Inzoudine. Al 20’ per l’Ercolanese lo spunto di Sorrentino che, innescato da Conte, prova a sorprendere Rinaldi con un tiro a giro: palla che sfiora il palo e termina a lato. Tre minuti più tardi Bossa imbecca Stranges, liberandolo davanti a Mascolo: inutile il tocco in rete del numero 7, per il direttore di gara è offside. Il vantaggio del Messina è solo rimandato. Al 24’ lancio di Rosafio per Ragosta che scatta sul filo del fuorigioco e con un tocco morbido scavalca Mascolo, insaccando per l’1-0. Settimo centro in campionato per il “Cobra”. Bruno, al 37’, mette una pezza sul tentativo di Tedesco che si era incuneato in area, provando il suggerimento per i compagni. Ragosta vicinissimo al raddoppio al 42’ con un spettacolare destro a giro: palla fuori bersaglio ma ancora applausi per il “Cobra”. Si va al riposo sull’1-0 in favore del Messina.

Esordio casalingo da titolare per Stranges (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Rekik rileva Monopoli nell’Ercolanese e il tunisino impegna subito Rinaldi, costretto a rifugiarsi in angolo. Inzoudine crea quindi scompiglio in area ospite al 7’, con Poziello che libera provvidenzialmente per i suoi, spedendo in corner. Sugli sviluppi del successivo tiro dalla bandierina Lia riesce a servire Ragosta che calcia dal limite, sfiorando la traversa. Uno schema cui è mancato soltanto il gol. Deludente la prova dell’ex Pezzella, sostituito da Costantino, mentre Fontana entra al posto di Ausiello. Cozzolino e Carini per Bossa e Stranges: doppio cambio anche tra le file del Messina. Brividi al 15’, quando Rinaldi riesce a respingere sul tocco sottomisura di Tedesco, salvando la propria porta, Lia allontana poi in angolo. Al 22’ il Messina torna a rendersi pericoloso: Lavrendi è impreciso di testa sull’ennesimo traversone operato da Lia. Qualche secondo dopo, Mascolo si distende e blocca sul rasoterra di Carini. Raddoppio divorato dai giallorossi al 30’ con un contropiede in campo aperto, sul quale Rosafio serve troppo debolmente Carini, favorendo l’uscita di Mascolo. L’Ercolanese si scopre e concede ora tanti spazi. Rosafio va in profondità e opta per il pallonetto, ma il suo tentativo è debole e Mascolo non ha difficoltà in presa. Cozzolino smarca al 41′ Rosafio che scivola a tu per tu con il portiere avversario. Ercolanese vicina al pari sul tiro-cross di Tedesco che colpisce la traversa, proprio allo scadere. Il Messina trova così il gol della sicurezza con il neo entrato Mascari che conquista palla e si presenta solo davanti a Mascolo, siglando il comodo 2-0. Non è però finita qui perché l’Ercolanese ottiene un calcio di rigore che Sorrentino trasforma, spiazzando Rinaldi e rendendo soltanto meno amara la sconfitta dei suoi. E’ l’ultima emozione del match, Messina batte Ercolanese 2-1. Per i giallorossi il ritorno in campo avverrà già mercoledì, per il recupero della gara con il Palazzolo.

Messina-Ercolanese 2-1
Messina: Rinaldi, Lia (32’ st Iudicelli), Inzoudine, Migliorini, Manetta, Bruno, Stranges (14’ st Carini), Bossa (14’ st Cozzolino), Rosafio (43′ st Mascari), Lavrendi (25’ st Cassaro), Ragosta. A disp. Di Marzo, Barbera, Bucca, Iudicelli, Balsamà. All. Michele Facciolo (squalificato Giacomo Modica)
Ercolanese: Mascolo, Todisco (40′ st Coppola), Esposito, Pezzella (8’ st Costantino), Varchetta, Poziello (31’ st Maisto), Sorrentino, Ausiello (8’ st Fontana), Tedesco, Conte, Minopoli (1’ st Rekik). A disp. Cioce, Fusco, Pastore, Catavere. All. Luigi Squillante
Arbitro: Marco Emmanuele di Pisa. Assistenti: Simone Petracca di Lecce e Najib Lafandi di Locri
Marcatori: 24’ pt Ragosta (M), 46′ st Mascari (M), 49′ st Sorrentino (E) su rigore
Note – Ammoniti: 16’ pt Tedesco (E), 4’ st Varchetta (E). Angoli: 7-2 per l’Ercolanese. Recupero: 2’ pt, 4′ st

Commenta su Facebook

commenti