Camaro, Buda ha fretta di giocare: “Con il Città per vincere. Abbiamo un solo risultato”

Buda decisivo per il Camaro contro il Catania San Pio (foto Familiari)

Schiena dritta e sguardo fiero verso i playoff. La sconfitta di Paternò appartiene al passato, anche se non si può certamente cancellare, ma il Camaro guarda avanti. Il derby del “Marullo” con il Città di Messina in programma l’8 aprile ha un sapore speciale. I giallorossi cercano quel punto che gli spalancherebbe le porte della D, ma per i neroverdi un successo sarebbe fondamentale.

Peppe Buda del Camaro (foto Familiari)

Per Peppe Buda, la sconfitta del “Falcone-Borsellino” è alle spalle, anche se la lunga sosta certamente non ha aiutato: “Solitamente dopo le sconfitte si vuol tornare in campo immediatamente, però c’è voglia di riscatto. Ci stiamo allenando sodo per affrontare queste ultime tre partite che per noi sono fondamentali. Non sarà facile, la sconfitta di Paternò ci ha complicato un po’ la vita, il calendario non è dei più semplici, ma siamo davanti e questo vuol dire che è ancora tutto nelle nostre mani. Se faremo il nostro compito le inseguitrici non potranno raggiungerci e i playoff saranno nostri”.

A torchiare i propri ragazzi ci ha pensato Pasquale Ferrara: “E’ un tecnico molto preparato sia sotto l’aspetto tecnico-tattico che sotto il profilo della preparazione fisica.  Con lui è molto difficile tenere bassa la tensione, ti sa pungolare, presta molta attenzione all’aspetto emotivo. Anche se visto il finale di stagione e l’obiettivo da raggiungere non ce ne sarebbe bisogno, adesso dobbiamo pensare a queste partite finali e a vincere per fare gli spareggi promozione. Stiamo facendo un campionato importante, abbiamo sempre espresso un calcio di buon livello, meritiamo questo traguardo”.

L’esultanza del Camaro dopo il 2-0 di Buda (foto Familiari)

Ritornando al match di Paternò, resta un po’ di rammarico per il gol del pari ingiustamente annullato: “Quello che è successo lo hanno visto tutti, ci è stato tolto un gol regolarissimo, ma ormai andiamo avanti. Purtroppo nel calcio queste cose non devono rappresentare un alibi, vanno accettate e superate così come stiamo facendo noi. Sono contento che dopo una lunga rincorsa ci stiamo giocando i playoff, un pareggio nell’ultima partita ci avrebbe consentito di vivere con maggior serenità il finale di stagione, ma è tutto nelle nostre mani”.

Ancora qualche giorno di pausa e poi spazio al derby con il Città di Messina alla caccia del punto promozione: “Abbiamo un risultato solo, dobbiamo vincere. Loro per me hanno già vinto il campionato e lo hanno fatto con merito, sono davanti da tante settimane precedendo squadre che sulla carta dovevano divorare questo campionato, invece hanno avuto un grande rendimento. E’ la classica partita che si prepara da sé, non c’è bisogno di nessuno che ti motivi e cerchi di ricordarti l’importanza della posta in palio. Vogliamo far valere il fattore campo, il “Marullo” è stato determinante, in casa non abbiamo sbagliato quasi mai. Inoltre ci brucia ancora un po’ la sconfitta dell’andata arrivata nei minuti finali dopo un’ottima partita da parte nostra”.

Commenta su Facebook

commenti