Il Mondo Giovane ritrova la vittoria: battuta la Zanclon

Mondo Giovane 11 (2)Il Mondo Giovane si aggiudica il derby cittadino con la Zanclon, interrompendo la serie negativa nel campionato di serie D maschile. Dopo la vittoria colta tra le mura della Palestra La Pira al debutto stagionale nel torneo, la squadra diretta dal tecnico Rosario Pappalardo conquista l’intera posta in palio anche alla Juvara. Finisce 3 a 0 per capitan Giglio e compagni, autori di una prova di sostanza e regolarità. I biancoazzurri hanno mantenuto ben alta la concentrazione nell’arco di tutti e tre i set, nonostante la decisa opposizione della Zanclon. Il Mondo Giovane ha messo finalmente in mostra quella continuità di rendimento che fino ad oggi era venuta a mancare, gestendo con personalità l’andamento del gioco nel primo e secondo parziale. Nel terzo, il più combattuto di tutto il match, ha saputo ben contenere la reazione della Zanclon andando ad operare lo strappo decisivo nelle fasi finali.

Partono bene in avvio del primo set i ragazzi di mister Di Mario (3 a 0) ma il Mondo Giovane replica con un break di sei punti consecutivi che gli consente di ricucire il ritardo e portarsi avanti (3-6). Un margine di tre-quattro punti che i biancoazzurri di mister Pappalardo mantengono nel corso del set, per poi andare ad incrementarlo con una progressione nella seconda metà. Finisce 25 a 18 per il Mondo Giovane che mantiene ben salda la concentrazione anche nel secondo set. L’incontro procede con un andamento ad elastico, con il Mondo Giovane che mette la testa avanti di qualche punto e i padroni di casa che con tenacia reagiscono andando a recuperare. L’inerzia del gioco resta tuttavia nelle mani della formazione di Pappalardo, capace di ben sopperire all’infortunio capitato al libero Riccardo Germanà nel corso del set. L’atleta messinese, in seguito a uno scontro di gioco fortuito con un compagno, è costretto ad abbandonare il campo. A sostituirlo nel ruolo è Roberto Caruso, che entra subito nel vivo del match dando un valido contributo in fase di copertura difensiva alla squadra. Rispetto alle precedenti uscite, la correlazione muro-difesa mostra maggiore efficacia e in attacco si riesce a mettere palla a terra con maggiore continuità. Anche il secondo set è appannaggio dei biancoazzurri con lo score di 22 a 25.Mondo Giovane-Zanclon 19(1)

Il doppio vantaggio galvanizza capitan Giglio e compagni che si presentano nella terza frazione decisi a chiudere la pratica derby, ma trovano una più efficace opposizione da parte della Zanclon. La squadra di mister Peppe Di Mario profonde il massimo sforzo per riaprire la contesa e, per lunghi tratti del match, conduce nel punteggio di qualche lunghezza. Il Mondo Giovane non perde mai la lucidità nei momenti difficili: nella parte conclusiva del set piazza lo strappo decisivo andando a chiudere per 22 a 25.

In un collettivo in cui tutti gli elementi hanno assolto alla perfezione alle direttive del tecnico dando un apporto fondamentale per la vittoria finale, una citazione particolare va fatta per la prova di Antonio Malcaus (peraltro un ex) che in attacco è tornato ad esprimersi all’altezza delle sue potenzialità. Buona la prestazione in regia dell’altro ex di turno, Giuliano Giglio, che ha saputo ben distribuire il gioco. Nel corso del match ha trovato spazio e occasione per dare il suo apporto alla squadra l’altro palleggiatore Giuseppe Marino. Solido contributo in attacco da parte di tutti gli elementi, da Mirko Lento a Michele Billè, Massimiliano Attinà, Andrea Allegra, Massimiliano Triolo ed infine Marco Machì. Prova ampiamente positiva da parte dei due liberi, Germanà e Caruso.Tre punti fondamentali sotto il profilo del morale e della fiducia in se stessi che devono rappresentare l’inizio di una seconda parte di stagione di tenore differente rispetto alla precedente. Il Mondo Giovane adesso osserverà il secondo turno di riposo per tornare in campo tra due settimane per affrontare in casa il Peloro Volley. Secondo derby cittadino consecutivo per la truppa di mister Pappalardo chiamata a dare seguito all’operazione di risalita in classifica.

 

Commenta su Facebook

commenti