Il Minibasket Milazzo esordisce con Comiso. Restanti: “Siamo in crescita”

Minibasket MilazzoGuido Restanti (Minibasket Milazzo) parla durante un time-out

Conto alla rovescia per l’esordio nel campionato di C Silver del Minibasket Milazzo, domenica al PalaMilone contro l’Olimpia Basket Comiso. La società mamertina si è affidata a Guido Restanti e Massimo Sigillo, che hanno sempre puntato sul settore giovanile e sull’integrazione dei ragazzi. Grande la voglia di ritornare in campo, come testimonia anche l’intensificarsi della preparazione atletica.

Panchina Milazzo

La panchina del Minibasket Milazzo

In queste settimane i ragazzi hanno affrontato tre amichevoli che hanno dato modo alla squadra di capire i punti deboli su cui lavorare e quelli forti su cui puntare. A tracciare un bilancio del precampionato è proprio Restanti: “La prima amichevole di Giarre ci ha permesso di mettere un po’ di carburante in più per affrontare la prima giornata contro Comiso. Il roster di quest’anno è abbastanza chiaro, un connubio tra i più grandi come Italiano, Sofia, Mobilia, Toto, Cordaro e altri ragazzi tra cui De Gaetano, Cosetta, Cardillo, De Paoli,  Calivà, Giorgianni, Cuccuru, Sottile, e altri componenti che hanno molto ben figurato durante gli allenamenti, dimostrando di potersi mettere in gioco in qualsiasi momento accettando i ritmi del nostro gioco”.

Minibasket Milazzo

La rosa del Minibasket Milazzo in posa

Il secondo test con l’Orsa Basket Barcellona invece ha visto l’assenza di due giocatori di punta della Minibasket Milazzo. “L’Orsa è un’ottima squadra, solida e costruita molto sui giovani, puntano sul mix tra velocità e fisicità dei lunghi, sicuramente un test importante per noi, considerando anche la differenza di categoria, però i ragazzi hanno ben dimostrato di potersela giocare con tutti se viene imposto il nostro ritmo.  Da notare anche le assenze di Sofia e Toto, due titolarissimi del nostro roster. Dobbiamo ancora migliorare su molti aspetti, ma ci sono degli ottimi riscontri anche dal punto di vista atletico. Ciò è emerso anche dall’ottimo terzo quarto, che ha visto un netto miglioramento rispetto al terzo quarto disputato con Giarre dove la squadra ha subito atleticamente anche la differenza di condizione”. 

La terza ed ultima amichevole contro l’Orlandina Lab, Restanti la sintetizza evidenziando degli aspetti utili ai giocatori. “Abbiamo disputato un’ottima gara contro una formazione che forse ancora non era pronta e definitiva per via di qualche assenza. Ci siamo potuti esprimere con più scioltezza, la loro aggressività però ci ha dato degli ottimi input per il ritmo e la condizione fisica”. 

The following two tabs change content below.