Il Milazzo paga le assenze, la Nova Virtus Ragusa si impone per 75-58

Minibasket Milazzo

La prima trasferta stagionale non sorride al Minibasket Milazzo. Il club guidato da coach Interdonato perde in casa della Nova Virtus Ragusa nella seconda giornata della Serie C Silver con il punteggio di 75-58.

Diverse le assenze tra i mamertini, soprattutto nel settore dei lunghi: niente trasferta per Scilipoti, out Vecchiet nella seconda parte di gara per falli. Assente anche una parte della dirigenza: Nello Principato e Paolo De Gaetano, infatti, sono rimasti a Milazzo con le giovanili per promuovere la cultura del Minibasket Milazzo all’interno dell’evento Educazione allo Sport organizzato dal Movimento Sportivi Milazzesi.

La Nova Virtus Ragusa

La Nova Virtus Ragusa

Tornando alla gara, inizio pessimo per gli ospiti, sotto di sette punti nel primo quarto ma soprattutto a -17 all’intervallo lungo. Nella terza frazione, però, il Milazzo decide finalmente di giocare e grazie alle triple di Amato si riporta sotto. Nell’ultimo quarto la squadra di casa va ripetutamente a canestro con Gebbia e Cataldi. I due giovani del vivaio virtussino sono i mattatori del match e fanno dimenticare l’assenza di Sorrentino. Il finale sorride agli iblei, più dinamici e soprattutto più precisi. Arriva così la seconda sconfitta stagionale per il Minibasket Milazzo, stavolta contro un avversario abbordabile. In settimana attese novità di mercato dall’estero. Il prossimo turno i milazzesi lo giocheranno sabato, sul campo neutro di Barcellona: di fronte ancora un club ragusano, l’Emmolo Vigor di Santa Croce Camerina, ancora a secco di vittorie.

Tabellino:

Nova Virtus Ragusa – Il Minibasket Milazzo: 75-58

Parziali: 9-12, 40-23, 51-44

Nova Virtus Ragusa: Licitra 5, Boiardi 8, Cataldi 14, Mammana 6, Canzonieri 9, Gebbia 13, Ferrera 7, Chessari 5, Ferlito 6, Spatuzza, Scalone 2. All. Di Gregorio.

Il Minibasket Milazzo: Giorgianni C. 2, Layne 2, Spanò 8, Cuccuru, Vecchiet 5, La Spada G. 5, Giorgianni F. 13, La Spada A., Italiano 6, Amato 17. All. Interdonato.

ARBITRI: Perrone e Attard

Commenta su Facebook

commenti