Il Messina vuole sbloccarsi in trasferta. De Paula potrebbe esordire dal 1’

De Paula, all'esordio

A Caserta per cercare un colpo in trasferta che manca da settembre. Dopo il blitz del “Granillo”, nel derby d’andata, sono maturati infatti appena cinque punti in nove gare, frutto di altrettanti pareggi. Il Messina, chiamato ad uscire dalla zona playout, proverà a dare una scossa al suo campionato nel primo dei due impegni consecutivi lontano dal “San Filippo”. In casa dei campani, dove negli ultimi due precedenti i giallorossi hanno raccolto una vittoria ed un pari, l’ennesimo crocevia stagionale.

Stefani in azione contro il Barletta. Il suo rientro appare scontato dopo l'esclusione con la Paganese

Stefani in azione contro il Barletta. Il suo rientro appare scontato dopo l’esclusione con la Paganese

Grassadonia, un ex per i suoi trascorsi sulla panchina della Casertana nel 2011, deve fare a meno dello squalificato Enrico Pepe e degli infortunati Benvenga, Nigro e Marin. La formazione potrebbe riservare ben quattro novità rispetto a sabato scorso. Davanti a Iuliano, agiranno Cane sulla corsia destra, mentre al centro, al fianco di Altobello, si candida al possibile rientro Stefani, tenuto fuori dal match con la Paganese per fare quadrare i conti legati all’età media (che deve essere inferiore ai 25 anni, considerando dieci degli undici titolari).

Silvestri, recuperato dopo l’infortunio alla spalla, insidia l’ex Cremonese, anche se l’impressione è che il difensore palermitano, data la sua duttilità, potrebbe risultare prezioso pure sulla corsia di sinistra, se il tecnico dovesse decidere di rinunciare a Rullo (che in settimana compirà peraltro 31 anni). L’ex leccese non ha demeritato ma era noto fin dal momento del suo acquisto che la carta d’identità rappresentava un fattore determinante per il suo minutaggio.

Silvestri potrebbe tornare ad agire sulla corsia, come avvenne ad esempio a Castellammare contro la Juve Stabia

Silvestri potrebbe tornare ad agire sulla corsia, come avvenne ad esempio a Castellammare contro la Juve Stabia

Nessun dubbio, invece, a centrocampo. Izzillo, che ha smaltito gli acciacchi, Damonte, al rientro dopo avere scontato il turno di squalifica, e Mancini, in crescendo nelle ultime uscite, comporranno il terzetto. Per il tridente offensivo certo di un posto Ciciretti, mentre De Paula, tra i più convincenti nel test infrasettimanale, potrebbe essere preferito a Corona, capocannoniere di squadra con nove reti e reduce da ben quattro marcature consecutive.

In tal caso sarebbe Mancini il “fuori quota” e “Re Giorgio” verrebbe comunque schierato nella ripresa, perché è ovvio che Grassadonia potrebbe rinunciare al suo bomber principe soltanto inizialmente. Spiridonovic si è messo in luce in settimana ma l’impressione è che l’austriaco dovrebbe ancora partire dalla panchina, con Orlando che verrebbe invece confermato tra i titolari. A fianco dello staff tecnico si accomoderanno anche il secondo portiere Berardi, Donnarumma, Bortoli e Bonanno.

Loris Damonte in conferenza stampa in settimana

Loris Damonte in conferenza stampa in settimana

Al 4-3-3 dei siciliani la Casertana risponderà con un 4-4-2 nel quale i due esterni di centrocampo, Mancino e Caccavallo (a segno contro il Messina con la maglia della Paganese), avranno spiccata propensione offensiva: insomma quasi un 4-2-4 in fase di possesso. In porta l’ex Fumagalli, sulla destra a sorpresa D’Alterio, altro elemento con un passato in giallorosso, dovrebbe essere preferito ad Antonazzo. Il messinese Ricciardo partirà dalla panchina, mentre in avanti agirà il tandem di “colored” composto da Cissè, originario della Guinea ma in possesso di passaporto italiano, e dall’ivoriano Diakitè, autori entrambi fin qui di cinque reti. In mezzo occhio al croato Rajcic, che Pagni avrebbe voluto portare a Messina prima di virare su Mancini.

CASERTANA (4-4-2): Fumagalli; D’Alterio, Idda, Mattera, Tito; Caccavallo, Rajcic, Marano, Mancino; Diakitè, Cissè. In panchina: D’Agostino, Rainone, Antonazzo, Cunzi, De Marco, Agodirin, Ricciardo. Indisponibili: Mancosu, Bianco, Cruciani, Murolo. Squalificati: nessuno.

MESSINA (4-3-3): Iuliano; Cane, Altobello, Stefani, Silvestri; Izzillo, Damonte, Mancini; Ciciretti, De Paula, Orlando. In panchina: Berardi, Donnarumma, Rullo, Bortoli, Bonanno, Corona, Spiridonovic. Indisponibili: Benvenga, Marin, Nigro. Squalificato: Pepe.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti