Il Messina passa 3-1 a Sorrento. Debutto coi fiocchi per Grassadonia

I giocatori del Messina celebrano la terza rete di Corona (foto Paolo Furrer)
Le formazioni di Messina e Sorrento (foto Paolo Furrer)

Le formazioni di Messina e Sorrento (foto Paolo Furrer)

Comincia nel migliore dei modi l’avventura di Gianluca Grassadonia sulla panchina del Messina. I giallorossi, reduci dal clamoroso tonfo casalingo con la Vigor Lamezia ed il cambio alla guida tecnica conseguentemente all’esonero di Catalano, passano 3-1 allo stadio “Italia” contro il Sorrento e risalgono in classifica. Silvestri e Ferreira, nei primi 18′, mettono in discesa la partita. Maiorino su rigore, in avvio di ripresa, prova a riaprirla, ma dopo l’espulsione di Pisani sono gli ospiti a colpire nuovamente con il neo entrato Corona. E’ la terza vittoria stagionale per il Messina.

La cronaca – Grassadonia, privo tra gli altri di Bolzan e Cucinotta, sceglie il 3-5-2 con Ignoffo, De Bode e Silvestri nel pacchetto arretrato davanti a Lagomarsini. A centrocampo Guerriera e Quintoni sulle corsie esterne, con Bucolo e Maiorano (al ritorno dal 1′ dopo il lungo infortunio) insieme a Ferreira chiamati ad agire centralmente. Guadalupi e Chiaria in avanti. I giallorossi partono col piede pigiato sull’acceleratore e passano già al 12′: su corner di Quintoni è Silvestri a staccare di testa, appostato sul secondo palo, firmando il vantaggio. Per l’ex Salernitana si tratta del secondo gol stagionale, dopo quello determinante a di Gavorrano. Sei minuti più tardi la ripartenza degli ospiti è letale. Maiorano ruba palla a centrocampo e innesca Guadalupi che gli restituisce la sfera al limite dell’area, tocco rapido dell’ex dell’incontro per Ferreira che dalla sinistra non lascia scampo a Polizzi. Azione da manuale e splendido raddoppio firmato dal portoghese, a segno anche domenica scorsa nella gara da dimenticare contro la Vigor. Al 25′ episodio che sa di giallo: su corner dalla destra Benci riceve dal limite e spedisce in rete di potenza, ma l’arbitro aveva precedentemente fermato il gioco per un fallo di mano commesso da Ferreira, concedendo la punizione ai locali. Successivamente Lagomarsini devia in angolo sulla rovesciata di Lettieri. Ancora di rimessa il Messina ha la chance per mettere in ghiaccio la partita, ma Chiaria spreca in diagonale. I padroni di casa chiudono il tempo in crescendo, andando al tiro con Maiorino e Improta che non inquadrano però lo specchio della porta.

I giocatori del Messina celebrano la terza rete di Corona (foto Paolo Furrer)

I giocatori del Messina celebrano la terza rete di Corona (foto Paolo Furrer)

All’8′ della ripresa il match si riapre: Silvestri atterra Musetti (subentrato a Margarita) e l’arbitro assegna il penalty ai campani. Dal dischetto Maiorino non sbaglia, siglando l’1-2. La squadra di Simonelli ci prova poi con Villagatti che di testa spedisce il pallone sopra la traversa. Al 15′, nel momento di maggiore pressione, Pisani si fa però espellere, rimediando il secondo giallo per proteste. Grassadonia getta nella mischia Corona in luogo di Chiaria, precedentemente ammonito. In superiorità numerica il Messina trova gli spazi per colpire: al 29′ Ferreira lancia Re Giorgio che con un delizioso pallonetto scavalca  il portiere in uscita. E’ il 3-1. La gara termina di fatto qui. Ci sarebbe anche il tempo per piazzare il poker, ma Guerriera sciupa l’occasione su assist di Guadalupi, autore di un’azione travolgente. Nel recupero è poi Simonetti, servito da Corona, a fallire da pochi passi. La gestione Grassadonia comincia con un successo importantissimo, il terzo ottenuto in stagione dal Messina che risale in classifica, portandosi a meno tre dall’ottavo posto. Mai in passato i giallorossi erano riusciti a violare il campo del Sorrento. Adesso ci sarà da sfatare il tabù San Filippo.

Il tecnico del Messina Gianluca Grassadonia  (foto Paolo Furrer)

Il tecnico del Messina Gianluca Grassadonia (foto Paolo Furrer)

Sorrento-Messina 1-3

Sorrento: Polizzi, Benci, Imparato, Pisani, Margarita (1′ st Musetti), Villagatti, Maiorino, Lettieri, Improta (20′ st Pantano), Coppola, Canotto (39′ st Chinellato). A disp.: Santos Miranda, Cavallaro, Caldore, Lalli. All.: Simonelli

Messina: Lagomarsini, Guerriera, Silvestri, Bucolo, De Bode, Ignoffo, Costa Ferreira, Maiorano (36′ st Simonetti), Chiaria (18′ st Corona), Guadalupi (44′ st Gherardi), Quintoni. A disp.: Iuliano, Caldore, Scoponi, Siciliano. All.: Grassadonia

Arbitro: Bellotti di Verona

Marcatori: 12′ pt Silvestri (M), 18′ pt Ferreira (M), 9′ st Maiorino rigore (S), 29′ st Corona

Espulso Pisani (S) al 15′ st per doppia ammonizione. Ammoniti: Maiorano (M), Chiaria (M), Silvestri (M), Ferreira (M), Villagatti (S).

Commenta su Facebook

commenti