Il Fc non parte per Latina: gruppo in isolamento. Soda rinuncia all’incarico

Antonio SodaIl tecnico Antonio Soda ha vinto l'ultimo torneo di D con il Gozzano

Dopo la mancata ammissione in serie C, a causa di una fideiussione ritenuta non idonea dalla Covisoc, non ha più pace il Football Club Messina, che soltanto sei settimane fa celebrava una Lega Pro che sembrava praticamente acquisita, peraltro con merito dopo sette vittorie consecutive, il secondo posto conclusivo e la conquista dei playoff.

Francesco Lodi

Francesco Lodi è il 14esimo calciatore del Fc a cambiare maglia

La partenza della nuova stagione è estremamente in salita, tra il ritardo accumulato e l’allestimento di una rosa che è appena abbozzato, dopo che praticamente tutti i protagonisti dell’ultimo biennio hanno già salutato la compagnia. L’ultimo in ordine di tempo, il 14esimo nella sessione estiva, è stato Ciccio Lodi, grande protagonista con 13 reti, sei assist e una lucida regia, che si è appena accasato all’Acireale, rinunciando di fatto al secondo anno del suo contratto con la società presieduta da Rocco Arena.

Per domenica 22 agosto era finalmente calendarizzato il raduno a Latina, in vista del ritiro estivo nel centro estivo di Cori. Ma la partenza è stata posticipata e la preparazione estiva nel Lazio potrebbe non iniziare affatto, come ha anticipato il portale “Sportmenews”. In merito non è arrivata comunque alcuna comunicazione ufficiale. L’ultima risale al 22 luglio, esattamente un mese fa, quando il club annunciò la presentazione della domanda di sostituzione in C, dove però al posto del Fc è stato ammesso il Picerno, battuto 4-1 all’esordio in Coppa Italia dal Palermo. Poi un lunghissimo silenzio, interrotto soltanto da qualche sporadico post sui social.

Cori

Il Fc Messina non partirà alla volta del centro sportivo di Cori

Secondo quanto riferito dal direttore sportivo Cesar Grabinski alla “Gazzetta del Sud” la mancata partenza per il Lazio è stata originata dalla presenza di un positivo al Covid tra i calciatori convocati. Ciò ha imposto l’isolamento di tutti gli altri tesserati che avevano viaggiato con lui dall’estero, compresi i dirigenti entrati in contatto, imponendo quindi una riflessione sull’opportunità di iniziare la preparazione estiva con pochi elementi arruolabili. Il ritiro potrebbe scattare invece in provincia, a Santa Teresa di Riva, magari coinvolgendo Carmelo Mancuso, già vice degli ex tecnici Costantino e Gabriele.

La notizia meno confortante riguarda infatti il tecnico Antonio Soda, reduce dalla vittoria della serie D con il Gozzano, che ufficialmente ha rinunciato all’incarico per motivi familiari. L’allenatore, che risiede in Emilia, avrebbe chiesto in un vertice a Cutro, la città di cui è originario, rassicurazioni sul mercato, caldeggiando la firma di elementi del calibro dell’argentino Mariano Del Col, già in C con Vibonese e Siracusa, per mettere in piedi una rosa di spessore, in grado di recitare un ruolo da protagonista.

Mariano Del Col

Mariano Del Col, ex Vibonese, era una delle prime scelte di Soda

Fin qui sono stati convocati invece per lo più giovani di prospettiva, soprattutto stranieri, il cui ambientamento e rendimento oltre che l’iter di tesseramento restano a nostro avviso tutti da verificare, nonostante le rassicurazioni della proprietà e della dirigenza. Sembrano eloquenti i casi dei vari Barcos, Gaspar, Noguera, Guzman, Babacar e Perez, già transitati da Messina nell’ultimo biennio, senza incidere particolarmente.

Anche Soda avrebbe maturato perplessità sulle reali ambizioni dell’operazione “ripartenza”, resa possibile anche grazie all’avvicinamento al club dell’imprenditore calabrese Lorenzo Speziali, destinato a traghettare in riva allo Stretto qualche sponsor come le aziende di famiglia, che hanno già supportato il Catanzaro e il Catania, oltre che potenziali nuovi investitori. Con la nuova stagione ormai alle porte si deve quindi cambiare ancora strategia. Dopo un’estate terribile, in cui è stato dilapidato un patrimonio sportivo e compromessa anche la credibilità acquisita sul campo, la strada resta in salita. L’isolamento per Covid complica ulteriormente i piani. Insomma, piove a dirotto sul bagnato.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma