Il Fc Messina si ferma al palo (di Dambros). Ad Acireale finisce 0-0

Fc MessinaIl Fc Messina raccoglie l'applauso del suo pubblico (foto Alfredo Consoli)

Termina a reti bianche il big match dell'”Aci e Galatea” di Acireale, dove granata e Football Club Messina si sono divisi equamente la posta in palio. Gara equilibrata, a tratti tesa anche se i ritmi non sono stati forsennati, con i peloritani che forse possono recriminare per qualche occasione sprecata. soprattutto per un palo colpito da Dambros alla mezzora del primo tempo.

Il pre-partita – Assenze pesanti in casa giallorossa, Gabriele deve fare a meno degli squalificati Fissore e Carbonaro, mentre Gabriele recupera Domenico Marchetti, che stoicamente stringe i denti, così come Brunetti che in settimana ha accusato un problema alla spalla. In difesa spazio quindi a Quitadamo, in mezzo confermato capitan Giuffrida ed Alessandro Marchetti. Sugli esterni agiscono Dambros e Correnti. In attacco la coppia tutta sudamericana formata da Coria e Melillo.

Fc Messina

L’undici titolare del Fc Messina ad Acireale (foto Alfredo Consoli)

La Cronaca – Dopo 4 minuti il primo guizzo ospite con Melillo che approfitta di un’indecisione di Sicignano, ma la sua conclusione vien smorzata da Ba e Pitarresi blocca agevolmente. L’inizio della squadra di Gabriele è convincente, la risposta dell’Acireale è tutta nella conclusione lenta di de Felice appena dopo la linea di centrocampo dopo un errore di Alessandro Marchetti, ma Marone è attento. Al 19’ ci rpova ancora melillo, ma la sua conclusione viene agevolmente bloccata da Pitarresi. La sensazione è che siano i giallorossi a fare la gara e alla mezzora va ad un passo dal vantaggio, Coria lancia Dambros che calcia in diagonale, ma a il palo nega la gioia del gol all’attaccante brasiliano graziando i granata. Al 38’ ci prova Correnti senza troppa fortuna, Pitarresi è attento. Il match vive qualche momento di tensione, in due situazioni Savanarola mette le mani in faccia a Marchetti prima e Giuffrida poi, senza subire nessun tipo di provvedimento da parte del direttore di gara. Poco dopo lampo acese con un sinistro di Outtara, ma Marone non vuole essere meno del suo collega. Al 40’ episodio dubbio in area acese: Orlando tocca la palla con la mano dopo un contrasto con Coria, ma per il direttore di gara è tutto regolare. Si torna negli spogliatoi sul risultato di 0-0, ma l’Fc Messina può recriminare per il palo di Dambros e per non aver sfruttato una certa supremazia territoriale.

Testi Fracidi e Arena Giallorossa

Testi Fracidi e Arena Giallorossa insieme ad Acireale (foto Alfredo Consoli)

La ripresa inizia senza cambi ma con l’Fc Messina ancora in avanti, punizione di Quitadamo che scodella in area per Coria, ma è provvidenziale l’intervento di Sicignano.  Al 54′ ci prova Correnti dalla lunga distanza, palla alta. Poi arriva un’ammonizione pesante per capitan Giuffrida, che era diffidato e dunque salterà la stracittadina di domenica prossima. Al 57′ altra grande chance per Melillo, che in area dribbla Orlando e calcia a botta sicura a tu per tu con Pitarresi che compie un intervento hockeistico e respinge con i piedi. Le due squadre sembrano aver perso l’equilibrio tattico della prima frazione, ci sono molti più spazi a disposizone, numerosi capovolgimenti di fronte ma spesso manca la precisione nell’ultimo passaggio e dunque i due portieri non devono compiere interventi straordinari. Gabriele esegue il primo cambio solo al 79′ quando inserisce Geran al posto di Melillo. Il Football Club Messina prova a chiudere l’Acireale nella propria metà campo, nonostante si il 90esimo minuto sia vicino la squadra di Gabriele sembra più brillante  degli avversari. I giallorossi si giocano la carta Gnicewicz al posto di Correnti. All’89’ occasione colossale per i giallorossi, Geran innesca Dambros in campo aperto ma Pitaressi compie l’ennesimo miracolo. Dopo il forcing finale dell’Acireale arriva il triplice fischio del direttore di gara. Pareggio prezioso per il Fc Messina, che può recriminare per qualche occasione sprecata, ma può guardare con fiducia al derby contro l?Acr Messina, anche se Gabriele dovrà fare a meno di due pedine fondamentali come Giuffrida e Carbonaro.

Fc Messina

Il saluto tra le due squadre (foto Alfredo Consoli)

Il Tabellino. Acireale – Fc Messina 0-0
Acireale: Pitarresi, Cannino, Silvestri, Ba, Sicignano, Orlando, Savanarola, Mauceri (71′ Sidibe), De Fecile (69′ Raucci), Arena (94′ Barcio), Ouattara(83′ Dynel). In panchina: Salluzzo, Mansueto, Lo Presti, Arena, Barbagallo. Allenatore: Giuseppe Pagana.
Fc Messina: Marone, Giuffrida, D. Marchetti, Melillo (79′ Geran), A. Marchetti, Quitadamo, Casella, Brunetti, Correnti (88′ Gnicewicz), Coria, Dambros. In panchina: Aiello, Aprile, Gille, Bevis, Miele, Santapaola, Camara. Allenatore: Ernesto Gabriele.
Arbitro: Senthuran Lingamoorthy di Genova.
Assistenti: Piero Cumbo e Marco Campanella di Agrigento.
Note – Ammonito: Giuffrida (M)

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva