Il Fc Messina consolida la zona playoff: a Corigliano decide Camara

CamaraCamara ha collezionato 12 presenze e una rete nel passato torneo (foto Familiari)

Vittoria importante per i peloritani, che passano in Calabria e si isolano in terza posizione. Nella ripresa il gol partita del maliano, che di testa ha trafitto D’Aquino, permettendo alla sua squadra di tornare a casa con tre punti meritati al termine di una gara dominata, che gli uomini di Gabriele avrebbero meritato di vincere con un punteggio più ampio.

Il pre-partita Poche novità rispetto alla vittoria alla gara con la Palmese, Gabriele deve fare a meno del bomber Carbonaro che non ha smaltito il problema all’adduttore della scorsa settimana, ma rientra Domenico Marchetti, al centro della difesa insieme a Fissore. I terzini sono Casella e Brunetti mentre in mezzo spazio a capitan Giuffrida e Alessandro Marchetti. Sugli esterni agiscono Bevis e Camara, l’altra novità rispetto a domenica scorsa, mentre in attacco confermati Coria e Dambros. Gabriele vuole sfatare anche un piccolo tabù, dato che sin qui i giallorossi hanno perso i confronti con tre delle quattro squadre calabresi presenti nel girone, vale a dire Corigliano e Castrovillari corsari al “Franco Scoglio”, e Cittanovese.

Brunetti

Brunetti in fase di copertura (foto Jonny Fusca)

La Cronaca Al 9’ il primo brivido della gara, Coria tenta una girata al volo su un traversone ma il suo tiro ciabattato non reca pericoli a D’Aquino. Dopo una manciata di secondi bello spunto personale di Dambros che tenta la conclusione dal limite, ma il suo tentativo viene murato in corner dalla difesa calabrese. Situazioni che confermano il buon impatto sulla gara da parte degli ospiti, mentre la squadra del debuttante Mangiapane non sembra voler prendere in mano le redini della gara. Al 15’ si fa vedere il Corigliano con Strumbo, bravo ad impattare di testa su una punizione dalla destra, palla che termina alta sopra la traversa della porta difesa da Marone. Al 23’ grande chance per il Football Club Messina, Alessandro Marchetti su punizione serve Coria che dribbla infusino e calcia sul primo palo, ma d’Aquino è attento. Intorno alla mezzora i giallorossi aumentano i giri creando due situazioni pericolose. La prima con Coria, che raccoglie la corta respinta della difesa calabrese dopo un colpo di testa di Camara sugli sviluppi di una punizione del solito Marchetti, ma il bel sinistro al volo dell’argentino sfiora l’incrocio dei pali. Poco dopo, su corner di Marchetti bel colpo di testa di Dambros ma D’Aquino blocca a terra. E’ il momento migliore degli ospiti, che vanno vicini al vantaggio ancora con Dambros che manca l’appuntamento con la deviazione vincente non raccogliendo l’assist di Bevis dal fondo dopo il bel contropiede orchestrato da Coria. Si torna negli spogliatoi sul risultato di 0-0, con un buon Fc Messina che nonostante una frazione giocata a basso ritmo, ha creato tante situazioni pericolose e avrebbe meritato il vantaggio contro un Corigliano che ha pensato solo ed esclusivamente a difendersi.

Giuffrida

Giuffrida decisivo nella gestione del vantaggio (foto Familiari)

Il canovaccio della gara non cambia nella ripresa, al 51′ gli ospiti trovano il tanto sospirato (e meritato) vantaggio. Ancora una volta ci pensa Alessandro Marchetti a scodellare in mezzo su punizione trovando la deviazione vincente di Camara, che timbra il suo primo gol in maglia giallorossa. Il maliano è il secondo Under capace di andare in gol tra i giallorossi, il primo è stato Pini in occasione della gara esterna contro il San Tommaso. Poco dopo, i siciliani vanno anche vicini al raddoppio con Domenico Marchetti, che dopo un batti e ribatti calcia dal limite, mettendo i brividi a D’Aquino che vede la palla spegnerisi d’un soffio sul fondo. Al 61′ sono ancora gli ospiti ad andare vicini al gol, gran botta di Alessandro Marchetti che costringe D’Aquino agli straordinari dopo una bella sponda di Coria. Gabriele si copre, inserendo Quitadamo al posto di Coria. Ma il Corigliano è sempre alle corde ed al 71′ è il Football Club Messina a sfiorare il gol con Camara, che di testa manda di poco a lato sull’angolo battuto dal solito Alessandro Marchetti. Gabriele inserisce Geran al posto di Dambros. Proprio il neoentrato, dopo un bel contropiede, si presenta a tu per tu con D’Aquino che rimane in piedi e chiude la porta in faccia all’attaccante francese. Poco dopo viene allontanato mister Gabriele per qualche protesta di troppo, stessa sorte toccata in precedenza al collega Mangiapane. Non riuscendo a segnare il raddoppio, i giallorossi provano ad addormentare la gara inserendo Correnti al posto di Camara. Obiettivo raggiunto, perchè i ragazzi di Gabriele tornano a casa con tre punti pesanti e meritati. I peloritani si confermano in zona playoff, ma soprattutto danno l’impressione di aver raggiunto quel grado di maturità tale che gli consente di poter stare nelle posizioni che contano.

Alessandro Marchetti

Alessandro Marchetti è uno dei punti fermi in mezzo al campo (foto Familiari)

Il tabellino. Corigliano-Fc Messina 0-1
Marcatore: 51′  Camara.
Corigliano: D’Aquino, Infusino (61′ Khouja), Capuozzo, Lagamba (80′ Buccino), Colombatti, Strumbo, Cito, Cosenza, Talamo, Catalano, Maniscalchi (70′ Schena). A disposizione La Cagnina, Bianco, Cenci, Sisto, Balsamà, Leonardi. Allenatore Benedetto Mangiapane.
Fc Messina: Marone, Casella, Fissore, D. Marchetti, Brunetti, Camara (79′ Correnti), Giuffrida, A. Marchetti, Bevis, Coria (68′  Quitadamo), Dambros (72′ Geran). A disposizione Aiello, Aprile, Fernandez, Miele, Pini, Carrozza. Allenatore Ernesto Gabriele.
Arbitro: Domenico Mirabella di Napoli.
Assistenti: Vincenzo Abbinante e Marco Colaianni di Bari.
Note – Ammoniti: Coria (M), Colombatti C), Lagamba (C), Infusino (C), Capuozzo (C), Giuffrida (M).

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva