Il Cus Unime suda le proverbiali sette camicie per avere ragione della Lazur

Passaggio sotto canestro della Dominguez

La migliore Lazur Catania della stagione sfiora l’impresa al cospetto della più quotata Cus Unime e deve rammaricarsi per non aver incamerato una vittoria che avrebbe probabilmente meritato. Persa in settimana per infortunio anche Licciardello e schierata in campo Condarelli in precarie condizioni fisiche, la Lazur disputa un buon primo quarto e sorprende le più esperte avversarie che probabilmente non si aspettavano una formazione di casa così spigliata; veloci contropiedi e giocate offensive ben orchestrate ma anche difesa mai così tanto aggressiva, portano la squadra di coach Catanzaro a chiudere il tempino avanti di tre lunghezze con Lombardo e Morabito in evidenza. Molto equilibrato appare il secondo parziale con le due squadre che si fronteggiano a viso aperto e sbagliano tanto da sotto. La squadra locale va al riposo lungo sul 26-25 ma comincia a caricarsi di falli specie a carico delle proprie lunghe.
Ottimo terzo quarto della Lazur con capitan Cutugno in grande evidenza, sia in fase difensiva che in attacco; la formazione di casa mette in campo una difesa molto aggressiva limitando le giocate dell’estrosa Kramer e delle compagne, trasformando le numerose palle recuperate in altrettante realizzazioni; cosi le padrone di casa chiudono il terzo parziale sopra di 9. Ma all’inizio, dell’ultimo parziale la formazione di casa, con le proprie lunghe e Lombardo (poi uscita per 5 falli) gravate di falli, perde la calma ed anche numerosi palloni in attacco e consente alle messinesi di impattare prima e di realizzare poi il break finale firmato dalla premiata ditta Ingrassia e Raffaele. La sconfitta (47-53 il finale) lascia tanta amarezza in casa Lazur per una vittoria sfumata alla fine, che la compagine di casa avrebbe certamente meritato e che solo i ridotti cambi a disposizione ne hanno impedito la concretizzazione. Con questo successo le peloritane rafforzano il terzo posto in classifica dietro Viola e Rainbow e si preparano a vivere gli ultimi due turni di stagione regolare prima dell’inizio della post season.

Davvero incisive le azioni d'attacco della Ingrassia

Davvero incisive le azioni d’attacco della Ingrassia

Lazur Catania – CusUniMe 47-53
Parziali: 17-14; 26-25; 41-32:
Lazur Catania: Condarelli , Licciardello ne, Cutugno 11, Hristova 4, Lombardo M. 18, Morabito 6, Tropea, Privitera, Lombardo F., Caruso 8. All. Gianni Catanzaro
Cus Unime Messina: De Cola ne, Kramer 13, Scardino, Dominguez 16, Salomone ne, Grillo 10, Raffaele 8, Ingrassia 6, Cascio, Melita ne. All. Mara Buzzanca

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti