Il Cus Unime archivia il Round 2 di Coppa Italia con un pareggio e una sconfitta

Cus UnimeLa formazione del Cus Unime di hockey

Si chiude con un pareggio e con una sconfitta l’esperienza romana di un buon Cus Unime nel Round 2 di Coppa Italia.

Ma se da un lato era preventivatile la sconfitta per 4-0 contro l’HC Lazio, formazione di A2 che alla fine ha staccato il pass per il Round 3, lascia l’amaro in bocca alla formazione gialloblu lo 0-0 con il quale si chiude il match contro il Campagnano HC, risultato che non premia l’ottima partita disputata dai ragazzi allenati da mister Spignolo e le tante occasioni da gol sciupate. Buona, comunque, non solo la prova contro il Campagnano ma nel complesso anche la prova con la più blasonata formazione laziale, che hanno fornito segnali incoraggianti al tecnico degli universitari in vista del prossimo inizio del Campionato di Serie B.

Giacomo Spignolo

Il tecnico della squadra di hockey del Cus Unime, Giacomo Spignolo

“Sono assolutamente soddisfatto delle prestazioni dei ragazzi – questa l’analisi conclusiva di Spignolo – sapevamo che avremmo affrontato squadre molto forti e, nonostante tutto, abbiamo fatto molto bene. Peccato per lo 0-0 contro il Campagnano e peccato anche per il mancato 2-1 da parte di Gigi Spignolo che avrebbe potuto riaprire la gara contro la Lazio. Alla fine, comunque, tutti hanno fatto molto bene, compresi anche i più giovani convocati. Confortante anche la prova di Stefano Tumino in difesa ma, soprattutto, il segnale più forte lo ha dato Alessandro Anselmi tra i pali, garantendo sicurezza assoluta a tutto il nostro pacchetto arretrato. Ancora una bella prova, infine, per il 2005 Cristian Visalli”. Questa la formazione del Cus Unime: Alessandro Anselmi, Antonio Italia, Stefano Tumino, Giorgio Montes, Vincenzo Tumino, Antonio Spignolo, Andrea Siracusa. Andrea Blandini, Michele Malluzzo, Gigy Spignolo, Alberto Abate, Daniele Romano, Savo Auditore, Cristian Visalli. Allenatore Giacomo Spignolo.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti