Il 2014 si chiude con tante voci di mercato. Il Messina sta per cambiare volto

Orlando prova a farsi largo

Il Messina saluta il 2014. La doppia sfida casalinga con Savoia e Barletta, tra martedì 6 e domenica 11, si preannuncia come un passaggio cruciale nella stagione dei giallorossi. Dopo i “brindisi” per Capodanno ripresa fissata per venerdì mattina. Da segnalare il rientro in gruppo di Altobello, che si era fermato in settimana per delle noie muscolari. Marin, Nigro ed Enrico Pepe proseguono invece il lavoro personalizzato per recuperare dai rispettivi infortuni. Le principali attenzioni continuano comunque ad essere rivolte al mercato.

Roberto Cardinale in azione con la maglia dell'Avellino. Un nuovo nome affiancato al Messina

Roberto Cardinale in azione con la maglia dell’Avellino. Un nuovo nome affiancato al Messina

Per l’attacco sfuma Gianmarco Zigoni che, tornato al Milan per fine prestito dal Monza, ha scelto la Spal. Sarebbe stato un colpo ad effetto. L’ex di Avellino e Lecce aveva chiarito nei giorni scorsi alla nostra testata dei contatti con il Messina ed il ds Pagni, ammettendo allo stesso tempo delle offerte pervenutegli da vari club di Lega Pro. L’inserimento del Real Vicenza per Danilo Alessandro complica inoltre i piani per arrivare alla punta della Casertana che potrebbe ritornare nella formazione con cui ha realizzato 19 gol in Seconda Divisione. Si attende invece soltanto la fumata bianca per la definizione della trattativa con la Torres che condurrà l’attaccante Saveriano Infantino in riva allo Stretto e Vincenzo Pepe in Sardegna.

Per il centrocampo Ivan Rajcic è ancora in cima alla lista, ma crescono le quotazioni di Ivan Castiglia. Tra gli elementi in uscita dalla Salernitana, vanta una vasta esperienza tra B e C. Da tempo ai margini dei granata, anche per un feeling mai sbocciato con il tecnico Menichini, il ds Fabiani lo avrebbe proposto al Messina in uno scambio con Luca Orlando, salernitano doc. Per l’eroe del “derby dello Stretto” sarebbe un ritorno nella squadra della sua città. Per la corsia di sinistra niente da fare per Fabio Tito che resterà a Caserta.

L'esperto Daniele Portanova riparte dal Siena capolista nel girone E di serie D

L’esperto Daniele Portanova riparte dal Siena capolista nel girone E di serie D

È tornato d’attualità, invece, il nome di Francesco Agresta, elemento già trattato in passato. Il giocatore, che ha in Grassadonia un grande estimatore dopo le esperienze comuni a Pagani e Salerno, era svincolato e si sta però allenando con l’Aversa Normanna, che ne sta valutando l’ingaggio. L’ex Sasà Marra, alla luce dell’addio di Forte, che potrebbe tornare alla Vigor Lamezia, continua a pressare per il portiere Lagomarsini, dovendo al più presto riempire la casella del numero uno. I campani offrono il difensore Cardinale che l’attuale tecnico peloritano conosce bene. Il giocatore 33enne, nativo di Pollena Trocchia, ha giocato cinque campionati di B con la Salernitana. Nel suo curriculum anche una presenza in A col Perugia nel 2003-04 e le maglie di Spezia, Martina, Potenza, Gela, Avellino e Melfi. Undici le presenze collezionate con l’Aversa in questa prima parte di stagione. Il suo ingaggio complicherebbe comunque i piani in ottica età media.

Si è accasato ufficialmente in serie D l’ex Daniele Portanova, suggestione estiva per i giallorossi. Era svincolato. Ripartirà dalla Robur Siena e da quella maglia bianconera che aveva vestito dal 2004 al 2009, sempre nel campionato di serie A, mettendo a segno 8 reti in 158 presenze prima di trasferirsi al Bologna e successivamente al Genoa. I toscani sono prossimi al ritorno tra i professionisti: devono amministrare tre punti di margine sul Poggibonsi, che li tallona nel girone E della nuova quarta serie.

Commenta su Facebook

commenti