Igea Virtus, Postorino: “Adesso arriviamo secondi. Nostra stagione straordinaria”

Francesco Postorino ha collezionato 54 presenze in tre anni di Serie D

Un intero girone d’andata vissuto da prima della classe, poi qualche pareggio di troppo che ha fatto sfumare il sogno del primo posto. Ad ogni modo, la stagione dell’Igea Virtus resta assolutamente positiva. La squadra di Raffaele è allora lì, a combattere per le posizioni nobili della classifica insieme ad autentiche big come la Cavese o il Rende, in corsa come i barcellonesi per il secondo posto.

Stagione strepitosa quella dell’Igea Virtus, che da matricola ha già blindato l’accesso ai playoff

Francesco Postorino spiega – ai nostri microfoni – cosa non ha permesso ai giallorossi di poter restare in vetta al campionato fino alla fine: “La prima parte del campionato è andata ben oltre le aspettative – afferma – abbiamo fatto 38 punti nel girone d’andata e credo che nessuno ci avrebbe scommesso. Andare in testa alla classifica è già difficile, restarci per tutto il campionato lo è ancora di più. Siamo stati sfortunati in qualche situazione, abbiamo avuto qualche infortunio o squalifica di troppo, ma la squadra ha sempre risposto molto bene, credo che eccezion fatta per la partita con il Sersale non abbiamo mai sbagliato approccio”.

L’obiettivo è quello di ottenere 6 punti nelle ultime due gare contro Roccella e Frattese, per puntare al secondo posto e giocare i playoff in casa: “La nostra stagione resta comunque positiva, siamo a pari punti con squadre fatte per vincere il campionato, siamo davanti ad altrettante compagini che ambivano a puntare ai playoff. Adesso – è il monito – vogliamo vincere queste altre due gare per cercare di arrivare secondi per avere il vantaggio del fattore campo in occasione dei playoff”.

Esultanza Igea Virtus (foto Puccio Rotella)

In Serie D, mai come quest’anno a fare la differenza sono stati i punti raccolti fuori casa, soprattutto nelle infuocate trasferte campane: “Tornare da quei campi con qualcosa in mano non è mai facile. Nel girone d’andata – racconta – abbiamo affrontato quasi tutte le campane in casa, quelle sono trasferte molto dure. Infatti la Sicula Leonzio in quelle trasferte ha quasi sempre vinto. Questa stagione comunque per me è stata molto importante, mi sto confrontando in una piazza dove ci sono dei tifosi encomiabili, ho la fiducia del mister che mi ha schierato quasi sempre fin da quando sono arrivato”.

Un po’ di amaro in bocca Postorino lo ha invece per la fine della storia con il Due Torri: “E’ un peccato che sia finita così. Ho avuto – dice – la fortuna di far parte di un gruppo di giocatori che ha portato il nome di Gliaca di Piraino in giro per il meridione e di farlo rispettare. Purtroppo ci sono state fatte delle promesse che non sono state mantenute e la frattura tra società e staff tecnico e squadra era diventata insanabile”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com