Igea, Allegra: “Sono rimasto perché credo nella salvezza. Bravi a non mollare mai”

Emanuele AllegraEmanuele Allegra saluta i calciatori della Sancataldese (foto Puccio Rotella)

Vacanze finite anche per l’Igea Virtus, che adesso ha come obiettivo quello di dare continuità agli ultimi risultati per cercare di dare sostanza ad una salvezza che sembrava impossibile appena un mese fa. Il successo con la Sancataldese ha dato entusiasmo ed ulteriore fiducia ad un gruppo che non ha mai smesso di crederci e che ha saputo stringere i denti quando i risultati non davano seguito a prestazioni incoraggianti. Fondamentale il lavoro psicologico di un tecnico come Giacomo Tedesco che ha sempre creduto nelle qualità di un gruppo giovane, forse troppo, che ha avuto bisogno di qualche innesto d’esperienza nel mercato di dicembre.

Tedesco

L’abbraccio tra il tecnico Tedesco e capitan Allegra (foto Puccio Rotella)

Alle porte c’è la delicata sfida al D’Alcontres contro il Gela, un match che per il difensore Emanuele Allegra  ha un’importanza capitale. All’interno dello spogliatoio si respira un’aria nuova: “Noi ci abbiamo sempre creduto, le prestazioni non sono mai mancate. Contro Castrovillari e Città di Messina meritavamo molto di più di quanto abbiamo raccolto. E’ arrivato questo successo fondamentale contro la Sancataldese, voluto e meritato. Questi tre punti ci hanno dato morale e maggior convinzione nei nostri mezzi”.

Dal mercato sono arrivati elementi d’esperienza che si sono subito messi al servizio della squadra: Diamoutene viene dalla Serie A, dal calcio vero, e lo noti subito da come si muove in campo e da come parla anche dentro lo spogliatoio. E’ una persona matura ma umile, si è subito calato nella nostra realtà e si è messo a disposizione dando il suo grande apporto alla nostra causa. Questo è lo spirito giusto. La stessa cosa Cannizzaro, un ragazzo intelligente e un bravo portiere che ha dato sicurezza alla difesa e che contro la Sancataldese ha dato vedere le sue qualità”.

Allegra

Capitan Allegra ha deciso la sfida con la Sancataldese (foto Puccio Rotella)

Nel mercato di dicembre il nome di Allegra è stato spesso accostato al Città di Messina: “C’è stato un contatto tra le due società, ma ho deciso di restare perché credo in questo gruppo e nella salvezza dell’Igea. Ritengo che nessuna squadra ci abbia messo veramente sotto, ma al tempo stesso non era piacevole uscire dal campo sconfitti o al massimo con un pareggio. Siamo stati bravi a non mollare, ci ripetevamo sempre che la strada intrapresa era quella giusta e che con prestazioni di questo tipo il successo sarebbe arrivato e così è stato. Gli innesti di Diamoutene e Cannizzaro ci hanno dato quel qualcosa in più, speriamo che arrivi qualcun altro, magari un attaccante così come si vocifera”.

Al D’Alcontres arriverà un Gela con il cuore gonfio per la scomparsa del presidente, Angelo Tuccio: “Noi saremo onorati di porre il giusto omaggio a questo uomo di sport con un minuto di silenzio. Il Gela è un’ottima squadra e lo ha dimostrato in questo girone d’andata, i tifosi però ci tengono e vincere per noi sarebbe fondamentale. Altri tre punti rappresenterebbero la continuazione della vittoria con la Sancataldese, ma soprattutto la definitiva svolta. Stiamo dando tutto, adesso dobbiamo dare qualcosa in più perché un successo cambierebbe la nostra stagione”.

Commenta su Facebook

commenti