Harakiri Castanea: la Virtus Trapani s’impone 64-63 nella maratona del PalaRitiro

CastaneaCastanea - Virtus palla a due

Il Castanea Basket 2010 ritorna in campo nella terza giornata del girone Nord del campionato di serie D affrontando la Virtus Trapani, compagine giovane e ancora ferma al palo dopo due giornate. Gialloviola con una squadra più profonda e diversi obiettivi rispetto agli avversari ma i giovani trapanesi hanno interpretato al meglio la gara in riva allo Stretto. Esordio nel corso della serata tra i locali per il lungo Zaccone, assente gli infortunati Caroè e Furlan. In campo coach Frisenda schiera il quintetto con Banin, Calarese, Bonanno, Surace e Tilev. La Virtus risponde col nuovo innesto Gentile, Perrone, Peraino, Alberto Cardella e l’unico lungo Nicosia. Primo quarto combattuto, il Castanea è contratto e non riesce a ripetere il secondo tempo della sfida con la Fortitudo, pagando ancora una lenta assimilazione degli schemi, dettami tattici non facilitati dalla pausa osservata la scorsa settimana. In avvio Banin finalizza al meglio ma l’atleta patavino col passare dei minuti soffrirà la marcatura ospite. Trapani si porta sul 6-10, la prima tripla dall’angolo del nuovo arrivato Zaccone vale la parità a quota 13. Calarese e Alu scuotono i locali ma il play Gentile annulla il tentativo di allungo gialloviola che tocca però con quattro punti di Banin il primo divario sul 23-19 al 10’.

Castanea

Lunetta per i gialloviola (foto Milazzo)

Il gioco del Castanea è più fluido nel secondo quarto ma ancora molto a strappi, Cardella si fa valere da sotto ma Alu con il suo dinamismo, Calarese (il più continuo fra i suoi) ed uno spento Tilev scrivono il 29-25. Trapani ha un unico lungo di ruolo: Nicosia in post alto ripaga la fiducia di coach Cardillo con carattere (32-29). Gara punto a punto fino al primo black out all’impianto elettrico della serata che fermerà la gara per oltre mezz’ora a due minuti dall’intervallo lungo. La pausa non fa male al Castanea che trova il massimo vantaggio del primo tempo sul 38-32 al 20’ con un Calarese mai uscito dal campo.

Alla ripartenza ci si aspetta l’allungo gialloviola che avviene in partenza di quarto: 40-35 ancora coi punti dell’ex Crabs Rimini che chiuderà alla fine a 19 punti. Il play si ripete poco dopo per l’appoggio del più nove, 46-37 ma la Virtus non esce dalla gara. Cardella e Peraino iniziano la lenta risalita ospite (48-44) prima del secondo black out della serata. Dopo venti minuti di un’ulteriore pausa i trapanesi ribaltano ogni discorso sino al 48-49 del 30’ confezionato da un libero di Perrone, la verve di Peraino (ottimo con 16 punti) e il canestro alla sirena di Gentile (addizione da 19 punti per la Virtus).

Ultimo quarto decisivo, il Castanea parte all’inseguimento e nonostante un evidente vantaggio di bagaglio tecnico non sviluppa il gioco coe sa. Bruno porta a più quattro gli ospiti (50-54), il capitano Frisone su rimbalzo offensivo catturato suona la riscossa ma i compagni non lo seguono. Cardella e tre palle perse consecutive in attacco complicano i piani ai locali che dopo la tripla di Gentile si trovano sotto sul 52-59 a metà frazione.

Castanea

Natale Surace (Castanea-Fortitudo) foto Milazzo

Alu in uscita dalla panca si conferma affidabile al tiro fronte canestro, Calarese unisce l’esperienza a due rimbalzi offensivi consecutivi per il 57-59. Cardella si fa trovare pronto nei momenti decisivi e quando Perrone segna di tabella dall’angolo per il 59-64 a Ritiro appaiono gli spettri. Dopo un riposo di alcuni minuti ritorna in campo nella fase decisiva Banin, limitato a 14 punti ma autore di un bel canestro in torsione nel traffico. A 55 secondi dal termine dopo due buone difese ancora lui realizza due liberi che riaprono ogni discorso (63-64). Trapani prova a congelare la situazione grazie allo sfruttamento dei 24 secondi e con un rimbalzo offensivo ma la Vitus non segna e con tre secondi dal termine dopo il time out il Castanea ha la palla del successo. Calarese s’incarica della responsabilità, sfugge al suo marcatore sulla linea di fondo, cerca il reverse risolutivo da sotto il tabellone ma il fischio invocato dal giocatore dopo un contatto non arriva e la Virtus può far festa per un blitz inatteso. Il Castanea dopo questa prestazione s’interroga su alcune dinamiche da risolvere, la sconfitta non preclude minimamente il futuro stagionale ma a partire dalla sfida di domenica prossima con il Cus Palermo servirà il piglio migliore della squadra per ottenere il successo.

Castanea-Virtus Trapani 63-64
Castanea: Calarese 19, Rizzo, Frisone 2, Bonanno 3, Banin 14, Diallo Alu 13, Campanella ne, Surace 3, Tilev 6, Zaccone 3. All. Frisenda.
Virtus Trapani: Bruno 2, Gentile 19, Perrone 11, Piraino 16, A. Cardella 10, G. Cardella ne, Cuddemi, Nicosia 4, Martinez 2. All. Cardillo.
Arbitri: Gazzara e Mucella.
Parziali: 23-19; 38-32; 48-49.

Commenta su Facebook

commenti