Gustavo: “Vogliamo un bel finale di stagione. Il mio futuro? Non so cosa accadrà”

Catania-MessinaIl Messina trova la rete del pari con il brasiliano Gustavo, al sesto centro

Il suo gol nel derby non è bastato al Messina per uscire indenne dal “Massimino”. La sesta rete stagionale di Gustavo, capocannoniere dei giallorossi insieme a Tavares, aveva regalato il momentaneo pareggio alla squadra di Di Napoli. Poi è arrivato il 2-1 di Russotto, a vanificare il centro ad opera del brasiliano e a consegnare i tre punti al Catania. “Purtroppo il mio gol è servito a poco – racconta l’ex di Lecce e Novara – ma siamo andati lì per cercare di vincere ed abbiamo disputato una grandissima partita. Alcuni episodi, come il rigore concesso agli etnei e qualche errore difensivo, ci hanno purtroppo penalizzato. L’arbitraggio? Non è stato bruttissimo, a parte il penalty. Ho rivisto quell’azione tante volte e non trovo alcun fallo. Abbiamo però creato tanto e fatto il nostro gioco contro una squadra fortissima. Sono contento della prestazione, ma ovviamente non del risultato”.

Lega Pro

Il gol dell’1-1 di Gustavo

L’1-1 di Gustavo era arrivato con un colpo di testa sottomisura. Non propriamente una specialità per il brasiliano che, pur essendo brevilineo, riesce spesso a farsi valere nel gioco aereo: “Non sono alto, ma ho buoni tempi d’inserimento. In questo campionato avevo già segnato così contro il Monopoli ed è capitato altre sei o sette volte nel corso della mia carriera”.

All’orizzonte c’è ora la gara casalinga con il Catanzaro, da affrontare domenica prossima. “La sconfitta di Catania brucia ancora, ma pensiamo già al Catanzaro e alle ultime sei gare nelle quali vogliamo dare tutto. I calabresi devono salvarsi, verranno qui per giocare la partita della vita e noi dovremo avere più fame di loro. Non dovrà mancare la cattiveria, ci aspetta una gara difficilissima. Le motivazioni sono da ricercare in tutto quello che abbiamo subìto in questa stagione. Anche se siamo già salvi in queste sei partite vogliamo fare bella figura e concludere il torneo nel modo più bello”.

Catania-Messina

Gustavo si dispera per un’opportunità non sfruttata

Sei gol e tante giocate di qualità. Il rendimento del fantasista è stato sin qui convincente. Gustavo, però, non si accontenta: “Devo migliorare ancora in tanti aspetti. Ho vissuto un momento molto brutto ad inizio stagione a causa dell’infortunio e ora voglio allenarmi al massimo affinché non accada più. Certo non è facile su un terreno come quello del “Celeste”, dove la palla rimbalza male e gli stop sono complicati. La partita di Catania è stata giocata invece su un campo molto bello, il massimo per un calciatore. Purtroppo viviamo questa realtà e non dobbiamo lamentarci”.

ACR Messina

Gustavo in azione

Nel finale di stagione Gustavo vuole essere ancora protagonista con la maglia del Messina. Sul futuro il brasiliano preferisce però glissare: “Vivo un  bel momento, qui c’è la mia famiglia e sono sereno. Erano allo stadio per il derby e segnare davanti a loro è stata una gioia enorme, un’emozione bellissima, sebbene poi quel gol non sia servito. Personalmente cerco di trasmettere tanta energia positiva ai miei compagni. Adesso voglio dare il massimo, poi penserò al futuro. So che ne stanno parlando con la società e lascio queste cose al mio procuratore. A Messina mi sono trovato benissimo, sia con la città che con la tifoseria, ma non so cosa succederà”.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva