Grassadonia: “Punto al pieno recupero di Sasa. Mercato? Conosco Fabiani e Avallone”

Nella sua Salerno mister Gianluca Grassadonia non ha affatto sfigurato, grazie alla buona prestazione offerta dal Messina per oltre un’ora: “Ho avuto risposte positive, qualche calciatore ha giocato per la prima volta e sono abbastanza soddisfatto. Ci tenevamo molto a passare il turno contro un avversario di tutto rispetto, vorrà dire che proveremo a riscattarci domenica con il Foggia“.

Il tecnico Gianluca Grassadonia

Il tecnico Gianluca Grassadonia

Ai microfoni del nostro corrispondente Gaetano Ferraiuolo il tecnico ha analizzato l’andamento della gara: “E’ naturale che la Salernitana abbia avuto il pallino del gioco, però fino all’episodio del rigore non c’erano stati pericoli particolari. Come dicevo prima, qualche giocatore è riuscito a mettersi in mostra, peccato per l’infortunio di Nigro che ci ha costretto ad effettuare un cambio”.

A Messina sperano di vedere quanto prima il vero Bjelanovic ed in merito Grassadonia sostiene che “puntiamo molto su di lui, è un elemento importante della nostra rosa. In questo momento abbiamo Corona che sta facendo molto bene, oggi è rimasto a casa perché aveva bisogno di riposare, ma Sasa è un giocatore fondamentale per una squadra come la nostra che non ha altri obiettivi se non la salvezza”.

Grande accoglienza per Grassadonia, un indimenticato ex

Grande accoglienza per Grassadonia, un indimenticato ex

Grassadonia parla poi del pubblico dell’Arechi e si lascia scappare una battuta: “L’emozione c’è sempre, anche quando gli spalti sono abbastanza vuoti. Credo, però, che già il prossimo 21 dicembre ci sarà una cornice di pubblico completamente diversa, a Salerno il pubblico è il dodicesimo uomo in campo. Che accoglienza mi aspetto? Anzitutto spero di arrivarci al 21, gli allenatori hanno sempre l’esonero dietro la schiena”.

Inevitabile fare un commento sul campionato in corso: “Il Lecce è la squadra che mi ha impressionato di più, ma credo che anche Benevento e Salernitana potranno lottare fino alla fine per il primo posto. Girone difficile, spero che il Messina possa fare un ottimo campionato e centrare il suo obiettivo che è completamente diverso da quello dei granata”.

Infine una battuta sui malumori societari e sul mercato di gennaio: “Il presidente mi è parso sereno, spero che l’annuncio di un possibile addio a fine stagione abbia rappresentato soltanto uno sfogo dettato dal momento. Affari di mercato tra Salerno e Messina? Ho un ottimo rapporto con Fabiani e Salvatore Avallone (peraltro due ex giallorossi, ndc), ma non entro nel merito. Se poi li paga la Salernitana, qualcuno della rosa granata potrebbe interessarci. Battute a parte, sono contento dei giocatori che ho a disposizione e me li tengo stretti fino alla fine”.

Commenta su Facebook

commenti