Gli arbitri di Lega Pro scenderanno in campo con il cardiofrequenzimetro

arbitri Lega ProL’arbitro Maria Sole Ferrieri Caputi e il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli

L’uso del cardiofrequenzimetro nel calcio sta diventando una prassi sempre più diffusa. Al Centro di preparazione Olimpica “Giulio Onesti” all’“Acquacetosa” a Roma, il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli e il segretario generale Emanuele Paolucci hanno consegnato i cardiofrequenzimetri “Garmin” alla squadra di arbitri della Can C nelle persone del designatore della Lega Pro Maurizio Ciampi e dell’arbitro Maria Sole Ferrieri Caputi che dirige già gare di serie B.

arbitri Lega Pro

Gli arbitri di Lega Pro al gran completo

Soddisfatto il numero uno della Lega Pro Francesco Ghirelli: “Siamo orgogliosi che la nostra Lega possa essere all’avanguardia nel consentire l’uso di questo mezzo ai suoi arbitri. Continuiamo con il nostro percorso di crescita e formazione. Così, dopo l’auricolare e il quarto uomo a supporto dei nostri arbitri, arriva il cardiofrequenzimetro. D’ora in poi gli arbitri di C potranno allenarsi meglio e in maniera più proficua, consentendo allo staff che li segue di rilevare la loro frequenza cardiaca prima, durante e dopo i test e le partite. E’ importante non dimenticare mai che l’arbitro è il soggetto chiamato a far rispettare le regole e nei suoi confronti si deve avere sempre un atteggiamento di massimo rispetto”.

“Ringraziamo la Lega Pro ed in particolare il presidente Ghirelli per i cardiofrequenzimetri che ci vengono messi a disposizione – ha sottolineato il designatore di Lega Pro Maurizio Ciampi -. Sono strumenti di lavoro preziosi. Con i cardiofrequenzimetri saremo in grado di fare delle valutazioni più precise sugli allenamenti della nostra squadra e costruire un protocollo di allenamento specifico con una o più fasce di intensità”.