Giudice sportivo, un turno a Adorante del Messina. Tre giornate al barese Bianco

AdoranteAdorante aveva portato in vantaggio il Messina (foto Nino La Macchia)

Due gli squalificati del Giudice Sportivo dopo le gare della quinta giornata del girone C di Serie C. Tre turni di stop per Raffaele Bianco del Bari, espulso durante il match contro la Paganese “per avere tenuto, al 47° circa del I tempo, una condotta violenta nei confronti di un calciatore avversario colpendolo, a gioco fermo, prima della battuta di un calcio d’angolo, con una gomitata al volto. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 38 codice giustizia sportiva, considerato, da una parte, che non risultano conseguenze a carico dell’avversario e, dall’altra, del tipo di colpo inferto e della zona del corpo dell’avversario attinta”.

Raffaele Bianco

Ben tre giornate di stop per Raffaele Bianco del Bari

Bianco salterà la sfida di Messina e i successivi due incontri. Squalifica di una gara e ammenda di 500 euro, invece, per Andrea Adorante. L’attaccante giallorosso ha ricevuto un cartellino rosso contro il Picerno “per aver tenuto, al 24° circa del II tempo, una condotta violenta nei confronti di calciatore avversario,  dopo l’interruzione del gioco, colpiva senza particolare violenza il calciatore avversario all’altezza del polpaccio, tirandogli un calcio. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 38 codice giustizia sportiva, considerate le modalità della condotta e l’intensità del colpo inferto”. Per Adorante niente match di mercoledì contro il Bari. Una giornata, tra gli allenatori, a Di Cecco (Fidelis Andria). Ammende alle società: 4.000 euro per il Foggia, 2.000 al Campobasso, 1.500 al Taranto e 1.000 alla Juve Stabia.