Giorgione: “Mancano i gol dei centrocampisti. Domenica l’ho angolata troppo”

Giorgione prova a riconquistare un possessoGiorgione prova a riconquistare un possesso

Ha avuto la palla gol giusta per sbloccare la sfida con la Juve Stabia, sciupando la ghiotta chance a tu per tu con Polito. Ripensando a quel colpo di testa, a qualche giorno di distanza, il rimpianto di Carmine Giorgione è ancora vivo: “Ci avevo creduto tanto anch’io, pensavo di aver fatto gol. Ho provato ad angolarla, ma l’ho fatto troppo. Per sbloccarci in zona gol ci vuole il contributo di tutti, anche dei difensori e dei centrocampisti. Sotto il piano dell’impegno e della voglia di vincere non è mancato nulla domenica. Dobbiamo essere più precisi, anche noi che arriviamo da dietro. Io e Fornito ci siamo andati vicini, però mancano le reti dei centrocampisti e spero che possano arrivare presto”.

Carmine Giorgione in sala stampa

Carmine Giorgione in sala stampa

Nessun problema fisico, per l’ex savonese il Messina non sta accusando le fatiche in questa fase di torneo. “Può sembrare, ma non è così. Domenica abbiamo corso più della Juve Stabia, facendo la partita. Appena abbiamo alzato i ritmi abbiamo sfiorato il gol, il calo della ripresa poi è stato normale. Il mancato rosso a Favasuli? Pensavo che il provvedimento fosse ovvio, in passato sono stato espulso per molto meno. L’arbitro, però, ha fatto correre tanto, ammonendo solo verso la fine Obodo e Arcidiacono che mi stavano quasi staccando una gamba” afferma con un sorriso.

Giorgione e Martinelli fanno buona guardia su Gomez

Giorgione e Martinelli su Gomez (foto Isolino)

Sabato al “Via del Mare” un nuovo esame probante. Di fronte la squadra di Braglia, risalita fino al secondo posto in classifica, soffiato proprio al Messina, insieme al Foggia, grazie all’ultimo successo centrato ad Agrigento. “A Lecce vogliamo andarcela a giocare, stiamo bene, abbiamo fame e voglia di far risultato. Siamo tutti possibili titolari in rosa e ciascuno dovrà dare un contributo importante. Il Lecce è una delle grandi squadre del girone, ha giocatori importanti che possono fare la differenza. Dovremo disputare una partita attenta, sarà l’ennesima battaglia. Andremo lì per far punti”.

Bernardi e Giorgione

Bernardi e Giorgione si contendono un possesso (foto Paolo Furrer)

Per riuscirci occorrerà risolvere il problema del gol. Il Messina è a secco da tre partite e non va a bersaglio dalla trasferta di Melfi. “I nostri attaccanti lavorano tantissimo, per questo peccano di lucidità sotto porta. Li ringrazio comunque per la mano che danno a noi centrocampisti. Il mister ora ci chiede di accompagnare più l’azione, ma l’inserimento è stato sempre tra le mie caratteristiche, sebbene non abbia fatto tanti gol in carriera. Se firmerei per cinque punti nelle prossime tre partite? Sì, lo farei, ma anche per nove”.

Commenta su Facebook

commenti