Giampà: “La classifica del Cittanova bugiarda. Dobbiamo sbloccarci in trasferta”

Mimmo GiampàIl tecnico del Sant'Agata Mimmo Giampà

Il Sant’Agata di Mimmo Giampà, dopo la vittoria con l’Acireale, è atteso dall’ennesimo scontro salvezza: “Quando si fa risultato si lavora con più serenità, ma sempre esigendo la massima concentrazione. Giocare a Cittanova sarà molto importante, ma non è una gara da ultima spiaggia. Se metteremo la stessa intensità delle gare precedenti possiamo fare bene e gioire ma questo avverrà solo se ci sacrificheremo ognuno per il nostro compagno. Le ultime gare ci hanno dato autostima, ma servirà un’ottima prestazione”.

Dama

Dama celebra il terzo successo della gestione Giampà

I calabresi vogliono tornare al successo dopo il lungo stop e una serie di pareggi: “Sappiamo che domenica ci attende una squadra molto esperta con giocatori come Silenzi, Lo Nigro, Dorato, Corso e Cosenza. Alcuni li avevo seguiti per portarli a Corigliano con me. Vengono da quattro pareggi di fila ma la loro classifica non rispecchia completamente il loro valore, anche perché devono recuperare diverse partite. Loro stanno giocando spesso per adesso e recuperando la condizione fisica persa per lo stop. Erano partiti benissimo in campionato ma anche noi abbiamo frecce al nostro arco”.

Roccella, Cittanova e Castrovillari devono ancora recuperare tante gare, per cui la classifica del Sant’Agata presto potrebbe peggiorare: “La nostra filosofia è quella di fare sempre la partita, poi è normale che un alcuni frangenti di gara puoi soffrire l’intraprendenza degli avversari. È un match importante ma non è uno scontro diretto. Dopo questo incontro mancheranno altre tredici gare, noi siamo fuori dai playout ma la classifica è ancora virtuale. Dobbiamo continuare su questa strada, andremo lì per giocare al massimo. Le gare possono prendere mille pieghe ma se faremo la prestazione giusta avremo le nostre chance di imporci”.

Cicirello

Con la doppietta siglata con l’Acireale Cicirello ha raggiunto quota dieci reti

Sul campo del Marina di Ragusa è sfumata in extremis la prima possibile affermazione esterna: “Siamo fra le sei squadre che non hanno mai vinto in trasferta in questo girone. Ho fatto una battuta al direttore, dicendogli che lo farò entrare nella storia per questo dato ma, a parte gli scherzi, sono convinto che prima o poi ci sbloccheremo se continueremo così. Silenzi me lo aspetto in campo con Dorato. Se non ci fosse, Viola e Crucitti si stanno comunque ben disimpegnando. Sono forti: dobbiamo giocare a ritmi alti altrimenti faticheremo perché loro faranno la partita. Siamo al completo, con l’esclusione di Manno che ha accusato un affaticamento muscolare”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva