Francesco Schillace centra la seconda piazza nello Slalom di Serradifalco

Francesco Schillace (Tm Racing Messina)

Francesco Schillace (Tm Racing Messina)

Il catanese Mimmo Polizzi si aggiudica l’edizione di quest’anno dello Slalom Città di Serradifalco, nona prova del Campionato siciliano e ottava tappa del Challenge Palike. Per l’alfiere della Cubeda Corse si tratta della terza vittoria stagionale al volante della Elia Avrio ST09 Evo Suzuki. Ma il trionfo del forte driver etneo è stato più sofferto del previsto, merito della performance di livello superiore sfoderata dal messinese Francesco Schillace. Il portacolori della Tm Racing si è reso autore di una prova grintosa, contraddistinta da un netto crescendo nella seconda parte dello Slalom.

Alla guida di una Elia Avrio ST09 Evo Suzuki, da lui stesso rivisitata ha concluso le sue fatiche attardato di un 1 secondo  e 64 centesimi dal vincitore: a completare il podio, con un margine di distacco di 18 centesimi da Schillace, il pilota adranita Carmelo Leanza (3° a 1”82 dal vincitore). Nella seconda e terza manche, Mimmo Polizzi ha anche utilizzato una nuovissima mescola di gomme messa a punto appositamente per questo tipo di competizioni dalla Dunlop.

Per onore di cronaca, ad imporsi nel 2° Slalom Città di Serradifalco, al culmine di una  terza manche senza sbavature, era stato in verità il venticinquenne Giuseppe Castiglione. Il pilota di Buseto Palizzolo è stato tuttavia estromesso a fine manifestazione dalla classifica ufficiale dal Collegio degli ufficiali di gara, a causa di irregolarità tecniche riscontrate sulla sua Ghipard Suzuki 1.0. Il reclamo era stato presentato dallo stesso Mimmo Polizzi e dal suo “entourage”. In sede di verifica, è stata poi appurata la mancata presentazione della “fiche” di omologazione della monoposto del trapanese. Quarta posizione assoluta per un ritrovato Dino Blunda. Il pilota di Alcamo ha trovato le giuste regolazioni dopo qualche difficoltà iniziale sulla sua Speads RM 08 Suzuki, precedendo i portacolori della Catania Corse: l’adranita Turi Caruso (quinto  su Elia Avrio ST09 Evo Suzuki) ed il trapanese  Nicolò Incammisa (sesto assoluto con la Radical SR4 Suzuki).

Il podio del 2° Slalom Città di Serradifalco

Il podio del 2° Slalom Città di Serradifalco

Per quanto riguarda le vittorie di classe, spicca la prova del pilota di Torregrotta Domenico Gangemi, capace di salire sul gradino più alto del podio nel gruppo Speciale, con la sua potente Fiat 127 Sport del Team Phoenix, imitato dal trapanese Stefano Naso (primato in gruppo A, con la Peugeot 106 Gti 16v). L’etneo Giuseppe Salvà è risultato essere il più veloce nel gruppo Prototipi, mentre ad imporsi nel gruppo N è stata la Peugeot 106 Xsi di Leo Agnello. Tra le Dame, successo della palermitana Patrizia Torregrossa, già campionessa regionale in carica nel Challenge Palikè ed avviata a ripetersi anche per quest’anno.

La classifica: 1) Mimmo Polizzi (Elia Avrio ST09 Evo Suzuki) in 117,36 “punti-secondi”; 2) Francesco Schillace (Elia Avrio ST09 Evo Suzuki) in 119,00; 3) Carmelo Leanza (Ncl Suzuki) in 119,18; 4) Dino Blunda (Speads RM 08 Suzuki) in 122,33; 5) Turi Caruso (Elia Avrio ST09 Evo Suzuki) in 122,39; 6) Nicolò Incammisa (su Radical SR4 Suzuki) in 124,45; 7) Giuseppe Bellomo (idem) in 124,89; 8) Fabio Peraino (Radical Prosport Suzuki) in 125,87; 9) Maurizio Anzalone (Renault Clio Rs K) in 128,85; 10) Domenico Gangemi (Fiat 127 Sport) in 129,78

Autori

+ posts