Fornito: “Al 3-2 una gioia liberatoria. E’ stata la vittoria del gruppo”

Giuseppe FornitoGiuseppe Fornito

Ha fatto letteralmente esplodere lo stadio siglando la rete del 3-2 sui titoli di coda di una partita infinita. Giuseppe Fornito, match-winner del confronto con il Foggia, passa alla storia per aver consentito al Messina di spezzare un digiuno che in fatto di gare casalinghe con i rossoneri durava addirittura da 30 anni. “Abbiamo dato tutto quello che avevamo – ha commentato ai nostri microfoni l’ex cosentino – anche quando abbiamo subito il 2-2 al 92’. Il pari sarebbe stato una beffa, l’avrei visto quasi come una sconfitta, meritavamo i tre punti ed il mio gol è stato un’autentica liberazione. Oggi è stata la vittoria di un gruppo meraviglioso”.

ACR Messina

Fornito corre dopo il gol

Dal 2-2 firmato da Arcidiacono al definitivo 3-2 di Fornito. Il recupero della sfida tra Messina e Foggia è stato vietato ai deboli di cuore. Il centrocampista descrive così l’azione che lo ha visto protagonista: “Quando ho visto Giorgione scattare sulla fascia ho dato tutto quello che avevo. Poi sul mio tiro la palla è entrata ed è stata la gioia più bella, con i compagni che sono venuti tutti ad abbracciarmi”.

ACR Messina

Fornito in azione

Il Foggia a trazione anteriore di De Zerbi sconfitto da un Messina che ha giocato a viso aperto al cospetto di una delle corazzate del torneo: “Queste sono le partite più belle da giocare, perché loro sono un’ottima squadra, ma noi siamo stati bravi a limitarli e siamo molto contenti della prestazione e del risultato. Adesso dobbiamo restare coi piedi per terra e andare step by step. Abbiamo raggiunto la salvezza e l’importante era questo per gli obiettivi di inizio stagione, quello che verrà in più staremo a vedere. Siamo un’ottima squadra ed abbiamo reagito da gruppo alle mille critiche, ma dopo aver anche avuto episodi contrari in diverse partite. Insomma, abbiamo dimostrato di avere le palle”.

ACR Messina

Le squadre schierate in campo

Tra i grande artefici del successo c’è il portiere Berardi che negli ultimi secondi ha detto di no a Iemmello, mettendo il punto esclamativo ad una prova super. “Oltre ad essere una grande persona è anche un grande portiere, lo vediamo durante tutti gli allenamenti. Siamo felici per lui, se lo merita davvero”.

Messina destinato ad essere arbitro della promozione: dopo il Foggia nelle prossime settimane anche Lecce e Casertana saranno di scena in riva allo Stretto. “Giocheremo sempre come abbiamo fatto, senza guardare in faccia nessuno. Quando si ha la testa libera, una volta raggiunta la salvezza, si è più sereni”.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva