Il Foggia mette pressione alla Casertana. Rimonta Lecce, Akragas altro tonfo

L'esultanza del Lecce

In attesa del posticipo Casertana-Messina (calcio d’inizio lunedì alle 20, con diretta su Raisport1) il Foggia vince 0-2 a Martina Franca e si prende, almeno momentaneamente, la vetta della classifica. Derby pugliese con poche emozioni nel corso del primo tempo. Nella ripresa i rossoneri piazzano l’uno-due decisivo nel finale. All’85’ Sarno spezza l’equilibrio con un tiro dal limite dell’area, all’89’ il solito Iemmello chiude i conti. Il Martina termina il match in dieci per il rosso ad Antonazzo. La squadra di De Zerbi balza così al comando, raggiungendo quota 31 e confida in un passo falso dei “falchetti” che vantano 30 punti, ma con una gara in meno. Successo in rimonta del Lecce contro il Benevento in una sfida chiave di giornata. L’ex messinese Ciciretti illude gli “stregoni” al 32′. Una doppietta di Curiale, a segno al 47′ su azione personale e poi al 67′, consente ai salentini di incamerare tre punti pesantissimi, rimanendo in scia con le prime. Battuta d’arresto per la compagine di Auteri che nel finale ha però sfiorato più volte il gol del pari.

Il tecnico del Foggia De Zerbi

Il tecnico del Foggia Roberto De Zerbi, al terzo anno sulla panchina rossonera

Il Cosenza si conferma implacabile al San Vito e coglie il settimo successo interno battendo 1-0 l’Andria. Decide un destro di Corsi al 25′. Silani ora quarti e Benevento scavalcato. Il Catanzaro spazza via l’Ischia per 3-0 al “Ceravolo”. Reti tutte nella ripresa. Sblocca il messinese Maita al 52′, approfittando della porta rimasta sguarnita dopo uno scontro tra Iuliano e Razzitti. Al 60′ proprio Razzitti e un minuto dopo Agodirin, su incredibile tiro da 40 metri, chiudono il discorso. Nuovo crollo casalingo per l’Akragas che incassa la sua sesta sconfitta di fila all’Esseneto. Il Melfi passa in Sicilia grazie ad un super Masini, autore di una tripletta. L’attaccante va in gol al 13′ con un gran destro al volo, al 28′ con un colpo di testa e al 68′ insaccando in rete da pochi passi. Inutile la firma di Leonetti per i padroni di casa. La panchina di Legrottaglie adesso non è più saldissima e la zona playout spaventa gli agrigentini.

Capitan Iannini con un bimbo in braccio

Il capitano del Matera Iannini

Negli altri anticipi del sabato vittoria di misura del Matera che prosegue la sua scalata in classifica grazie all’1-0 inflitto al fanalino di coda Lupa Castelli Romani. I lucani dominano: nel primo tempo palo di Carretta, ad inizio ripresa Iannini fallisce un penalty (parata di Caio) che porta anche all’espulsione di De Gol. Lo stesso capitano biancazzurro si riscatta al 59′, siglando in rovesciata la rete che vale i tre punti. Il Matera vola a 22 punti e vede sempre più vicina la zona playout. Notte fonda per la Lupa. Senza gol la sfida tra Juve Stabia e Monopoli. Al “Menti” solo qualche occasione per la squadra di Zavettieri e tanti sbadigli. Decimo risultato utile per i gialloblù, all’ottavo pareggio stagionale.

Vincenzo Marruocco

Vincenzo Marruocco, portiere della Paganese

Vittoria convincente, infine, per il Catania che supera 3-0 la Paganese al “Massimino” e riprende fiato. Apre le marcature Calil con un colpo di testa al 24′, raddoppia al 29′ Pelagatti dopo un batti e ribatti sugli sviluppi di un corner. All’81’ l’altro sigillo di Calil. Applausi, anche del pubblico di casa, per il portiere Marruocco che dopo aver respinto una conclusione degli avversari è poi scattato via palla al piede, provando ad impegnare il collega etneo dalla distanza. La formazione di Grassadonia, alle prese con tante assenze, subisce però una sconfitta netta. Il Catania ha ora 16 punti in classifica e può abbandonare la zona playout.

Il Cosenza vince ancora al San Vito

Il Cosenza vince ancora al San Vito

Risultati 16. giornata: Catania-Paganese 3-0, Juve Stabia-Monopoli 0-0, Martina Franca-Foggia 0-2, Matera-Lupa Castelli 1-0, Akragas-Melfi 1-3, Catanzaro-Ischia 3-0, Lecce-Benevento 2-1, Cosenza-Fidelis Andria 1-0, Casertana-Messina lunedì ore 20.

Classifica: Foggia 31 punti; Casertana* 30; Lecce 29; Cosenza 27; Benevento 26; Messina*, Fidelis Andria, Matera, Catanzaro 22; Juve Stabia 20; Monopoli 19; Paganese 17; Akragas e Catania 16; Melfi, Ischia 14; Martina Franca 11; Lupa Castelli Romani 5. Penalizzazioni: Catania -11, Ischia -4, Matera -2, Lupa Castelli, Benevento, Martina Franca e Paganese -1.

Commenta su Facebook

commenti