Foggia, Lecce e Casertana ai playoff. Catania salvo, Monopoli ai playout

Catania-MessinaRussotto beffa nel finale gli ospiti

Dopo aver festeggiato la storica promozione in Serie B il Benevento chiude la sua trionfale stagione con il pareggio di Agrigento. All’Esseneto botta e risposta già nel corso del primo tempo. Apre Zibert su punizione al 40′, l’1-1 della capolista è di Angiulli al 45′. Secondo il Foggia che agguanta il miglior piazzamento in chiave playoff in virtù dell’1-3 inflitto alla Juve Stabia. Risultato mai in discussione, con i satanelli che hanno dilagato nel primo tempo con il bomber Iemmello (6′ e 32′) e Chiricò (29′). Vana la rete di Diop al 69′.

Iemmello del Foggia

Iemmello del Foggia

Nessun problema nemmeno per il Lecce, terzo dopo aver a lungo conteso la promozione al Benevento. I salentini battono 3-1 la Lupa Castelli con le reti del tridente offensivo: 32′ Caturano, 66′ Moscardelli, 71′ Doumbia. Rossetti, all’83’, per i capitolini. Ai playoff, da quarta, la Casertana che si è imposta per 4-2 sulla Paganese. La doppietta di Alfageme, tra il 50′ ed il 56′, spiana la strada ai “falchetti”. Carcione accorcia al 64′, Jefferson allunga nuovamente 5′ più tardi. Poker di Giannone al 74′, infine il 4-2 di Carcione su rigore all’86’. Fuori dalla griglia il Cosenza, nonostante il 6-1 rifilato all’Ischia. Doppiette per La Mantia (8′, 41′) e Arrighini (54′, 55′). A segno anche Caccetta (31′) e Cavallaro (58′). Gol della bandiera gialloblù ad opera di Rubino (71′).

Erra, tecnico del Catanzaro

Erra, tecnico del Catanzaro

Si mette in salvo il Catanzaro, superando 1-0 il Melfi. Ci pensa Razzitti al 64′. Evita di un soffio i playout anche il Catania che ottiene la permanenza diretta grazie al 2-1 contro l’Andria (pugliesi a pari punti con il Messina con i giallorossi ottavi soltanto per la differenza reti e qualificati per la Tim Cup). Sblocca Bergamelli in mischia al 22′, pareggia Strambelli al 41′. Di Russotto, al 50′, il gol partita di fondamentale importanza abbinato al pari tra Matera e Monopoli. Suicidio dei pugliesi, quintultimi per effetto degli scontri diretti con gli etnei. Gambino, su assist di Croce, firma l’illusorio vantaggio ospite al 22′. Pinto si fa espellere, ma Pisseri neutralizza il rigore di Infantino. L’attaccante lucano si riscatta al 36′, trovando di tacco l’1-1. All’ultimo respiro la traversa-beffa colta da Mercadante: per il Monopoli sfida playout contro l’Ischia, mentre il Melfi affronterà il Martina.

Lega Pro

Il gruppetto di sostenitori leccesi (foto Denaro-Fazio)

Risultati 34esima giornata: Akragas-Benevento 1-1, Casertana-Paganese 4-2, Catania-Fidelis Andria 2-1, Catanzaro-Melfi 1-0, Cosenza-Ischia 6-1, Juve Stabia-Foggia 1-3, Lecce-Lupa Castelli 3-1, Martina Franca-Messina 2-2, Matera-Monopoli 1-1.

Classifica: Benevento 70 punti; Foggia 65; Lecce e Casertana 63; Cosenza 60; Matera 53; Fidelis Andria, Messina 45; Paganese e Juve Stabia 42; Catanzaro 41; Akragas 40; Catania e Monopoli 39; Melfi 30; Martina Franca 22; Ischia 21; Lupa Castelli Romani 12.

I verdetti: Benevento promosso in serie B. Lupa Castelli Romani retrocessa in serie D. Ai play off Foggia, Lecce e Casertana. Play out (andata e ritorno, 21 e 28 maggio): Ischia-Monopoli e Martina Franca-Melfi.

 

Commenta su Facebook

commenti