Foggia, giocatori aggrediti con mazze e spranghe al rientro da Andria

FoggiaIl Foggia torna in corsa per la promozione

Incredibile a Foggia. Dopo la sconfitta per 3-0 nel derby con l’Andria si è scatenata l’ira degli ultras rossoneri che hanno aggredito i giocatori al rientro dalla gara. A raccontarlo a Tuttolegapro.com è Danilo Coppola, responsabile dell’Associazione Italiana Calciatori: “Quello che è accaduto a Foggia è qualcosa di vergognoso. Al rientro dalla trasferta di Andria circa 300 persone, a volto coperto, hanno circondato il pullman della squadra. Una parte di loro è riuscita a entrare dentro il mezzo e li è successo di tutto: i giocatori sono stati minacciati con mazze e spranghe, alcuni sono stati picchiati. Ad alcuni hanno rubato degli oggetti personali e altri hanno ricevuto sputi. Al termine dell’aggressione i calciatori, visibilmente scossi, sono scappati da Foggia e, a loro spese, hanno scelto di alloggiare in un hotel in una località segreta. Ho sentito alcuni dei tesserati e li ho trovati impauriti. È una vergogna che ogni anno, dopo un paio di partite storte, si ripetano episodi del genere. Come Assocalciatori siamo e saremo molto vicini alla squadra e credo che potremmo mettere in atto delle iniziative eclatanti. Il blocco dei campionati? Non so, è presto per parlarne, ma è un’idea”. Il Foggia, dopo la semifinale di Coppa Italia con il Siena, sarà di scena in campionato domenica prossima a Messina.

Commenta su Facebook

commenti