Finchiara Santa Teresa vince in tre set con il Nissan Maglie

La Finchiara Santa Teresa conferma di avere trovato il giusto feeling con il Palabucalo. Le giocatrici della società jonica ottengono la terza vittoria su quattro incontri giocati tra le mura amiche, imponendosi sul Nissan Maglie per 3 a 0 nell’ottava giornata del campionato di serie B1/Girone E.
Giulia Mordecchi (Finchiara S. Teresa)

Giulia Mordecchi (Finchiara S. Tere

Padrone di casa sempre avanti in tutti i timeout tecnici. Il momento più delicato arriva nella parte finale del primo set con le ospiti avanti di due lunghezze (19-21) ma Santa Teresa, grazie alle indicazioni del proprio coach, trova una buona copertura in difesa e contrattacca con precisione riuscendo a spuntarla ai vantaggi (26 a 24). Il secondo parziale viene incamerato dalle locali 25 a 22. Nel terzo Mazzulla e compagne non si lasciano sfuggire la possibilità di chiudere la contesa in tempi rapidi e con il 25 a 16 finale aggiungono alla classifica 3 punti che pesano anche sotto il profilo psicologico.  Al termine del match coach Jimenez è soddisfatto della prova offerta dalle sue ragazze: “La miglior gara del campionato disputata sino ad oggi. Adesso a Catania andremo per far bene e restare tranquilli in classifica”. “Finalmente la convinzione di poter vincere é arrivata ed é rimasta fino alla fine dei set – commenta Sara Casale -, averle battute in tre set ha il suo peso, se vado a rileggere il campionato a ritroso provo un po’ di rabbia: Volleyrò, Luvo.. Ora però godiamoci la vittoria e da martedì mente e muscoli concentrati a Catania per conquistarci subito il centro-classifica”.

Finchiara S.Teresa – Nissan Maglie 3-0 (set: 26-24, 25-22, 25-16)

Finchiara S. Teresa: De Luca, Fizzotti (l), Villari, Testagrossa, Barbera, Mordecchi (13), Moschella, Mazzulla (k, 4), Casale 8, Marcone 19, Peonia 9. All: Jimenez All in 2: Staiti
Nissan Maglie: Della Rosa 2, Muci, Comparchio 3, Basciano 7. Diomede 6, Romano 2, Vanni 5, Savoia, Soleti 14, Vittorio (l). All: Giandomenico All in2: Addati
Arbitri: Emma e Notarstefano

Commenta su Facebook

commenti