Ferrigno: “Nella prima amichevole valuteremo i cinque calciatori aggregati”

Si analizzano i dati

Il Messina prosegue le intense sedute di allenamento in Sila, con doppia razione di lavoro giornaliera. Ventiquattro i calciatori a disposizione del tecnico Gianluca Grassadonia, 19 già sotto contratto, gli altri cinque invece semplicemente aggregati in vista di un eventuale tesseramento. Nelle ultime ore si è unito a quelli che potrebbero presto divenire i suoi nuovi compagni un altro calciatore, il 21enne centrocampista Simone Bezziccheri. Cresciuto nel settore giovanile della Roma, vanta esperienze in D con l’Arezzo ed in Seconda Divisione con il Fondi. Nell’ultima annata ha militato invece nel Qormi, nel campionato maltese. A presentarlo è il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno: “È un esterno, che può fare anche la mezzala. Ha buoni piedi, una discreta tecnica e si vede che ha già esperienze importanti alle spalle. Esce da un vivaio di spessore”.

Il gruppo ancora a colloquio con il tecnico

Il gruppo ancora a colloquio con il tecnico

I cinque saranno testati nel corso della prima amichevole, già programmata per giovedì pomeriggio, contro l’Equipe Calabria, sconfitta nei giorni scorsi per 2-0 dalla Vigor Lamezia. Il 3 agosto con la Rappresentativa Cosenza ed il 7 agosto con il Corigliano gli altri due test che precederanno l’esordio in Tim Cup in trasferta con il Pontedera. “Li conosciamo bene ma problemi fisici o una lunga inattività li hanno condizionati nell’ultima annata. Per cui vogliamo valutare bene la loro condizione prima di fargli firmare il contratto”  ha aggiunto il dirigente, che ci ha poi presentato gli altri quattro elementi in lizza per assicurarsi un posto nel prossimo torneo di C unica “Federico Gagliardini è un portiere di categoria, bravo tra i pali, che deve lavorare e crescere. Cresciuto nel settore giovanile della Juventus, ha giocato poco (5 presenze in Seconda Divisione con la maglia del Cuneo, ndc). Ad ogni modo non è detto che ora non possa insidiare compagni sulla carta più titolati”.

Il più esperto è l’argentino Julian David Magallanes: “È una mezzala che è stata ferma l’anno scorso. Ha tante esperienze alle spalle (Cittadella, Vicenza, Cremonese e Taranto, ndc) e sta facendo un po’ di fatica ma ha tanta voglia”. In gruppo anche una vecchia conoscenza: “Vito Migliore è un play basso, che gioca davanti alla difesa. È bravo con tutti e due piedi ed era con noi a Milazzo. Ha avuto un problema fisico, ma resta un elemento di prospettiva”. È apparso già in palla l’esterno sinistro Andrea Beghetto, cresciuto nel settore giovanile del Padova: “È quello più allenato. L’anno scorso ha giocato molto in un gruppo giovane e forse non competitivo ai massimi livelli, nel Bellaria Igea Marina. Era quindi compagno di squadra dell’altro neo-acquisto Nicolas Izzillo. È un esterno sinistro che si trova a suo agio in una difesa a cinque. Garantisce tanta corsa”.

Lo scatto di Bjelanovic

Lo scatto di Bjelanovic

Sul fronte mercato resta calda la pista che porta al centrocampista Daniele Donnarumma, nell’ultimo biennio a Como ma di proprietà del Napoli. Intavolate svariate trattative, anche perché Grassadonia ha chiesto almeno un rinforzo per reparto: “Ancora prevediamo almeno un innesto in difesa, a centrocampo ed in attacco. Metteremo a disposizione del tecnico due elementi per ogni ruolo. Ci sono un po’ di trattative avviate, speriamo di definirle a breve. Che ci piace Donnarumma comunque non è ormai un mistero”.

Commenta su Facebook

commenti