Ferrara: “Questa salvezza vale come una promozione”

Neanche il miglior sceneggiatore avrebbe potuto scrivere un finale di stagione più emozionante per la Pallavolo Messina. La squadra del presidente Giorgio Muscolino è infatti riuscita a centrare la permanenza in B1 proprio all’ultima giornata di campionato, scavalcando sul filo di lana la diretta concorrente Martina Franca. Il successo esterno ottenuto a spese di Casandrino, abbinato al contemporaneo ko casalingo dei pugliesi contro Cosenza, ha regalato ai peloritani l’agognata salvezza. Adesso è già tempo di bilanci, in attesa di conoscere meglio quale sarà il futuro del club, tema della conferenza stampa di lunedì tenuta dai vertici societari.

Il tecnico messinese Flavio Ferrara (foto Giovanni Isolino)

Il tecnico messinese Flavio Ferrara (foto Giovanni Isolino)

Questa l’analisi del tecnico Flavio Ferrara, ripensando a quanto accaduto nell’atto conclusivo del torneo: “Siamo stati ripagati in toto per la volontà ed il coraggio dimostrati nell’affrontare un’avventura così difficile. Il gruppo è cresciuto col passare delle settimane, raggiungendo l’obiettivo della salvezza che per me vale allo stesso modo di una promozione, per quella che è stata la nostra annata e come si è evoluta. Alla vigilia dell’ultima giornata di campionato sembrava tutto difficile ma non impossibile, in quanto dovevano verificarsi alcuni risultati per consentirci di far festa. Così è stato ed alla fine ha prevalso la squadra che nell’arco della stagione lo ha meritato di più, ottenendo il giusto premio per la passione messa. Questo traguardo ha rappresentato il coronamento degli sforzi prodotti in palestra da settembre a maggio”.

Un traguardo centrato nonostante le innumerevoli difficoltà, dati i tanti infortuni ed una rosa composta da vari elementi con poca esperienza nella categoria, ma con il vanto dei tanti messinesi in organico. “Non abbiamo mai mollato – ha proseguito Ferrara – e personalmente ho sempre cercato di trasmettere questo messaggio ai ragazzi perchè si trattava di un aspetto indispensabile nell’affrontare una sfida del genere. Anche se non ce l’avessimo fatta saremmo stati consapevoli di aver dato il massimo. Il bilancio è dunque positivo. Abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati in estate, facendo crescere tanti giovani alla prima esperienza in B1 e che ora si godono con grande gioia il risultato raggiunto, grazie ad una società che ci ha sostenuto fino alla fine”.

Commenta su Facebook

commenti