Fc Messina, sembra fatta per Piccioni. La Recanatese non convoca la punta

PiccioniPiccioni celebrato dai compagni Tre gol nelle ultime quattro gare

Sembra avere rotto gli indugi il Fc Messina, che si è lanciato con decisione sull’attaccante Gianmarco Piccioni, 29enne originario di San Benedetto del Tronto, attualmente in forza alla Recanatese. Con la formazione della provincia di Macerata ha firmato tre reti e un assist nelle ultime quattro gare, l’ultima mercoledì scorso contro l’Atletico Fiuggi, in una gara in cui aveva colpito anche una traversa e un palo.

Gianmarco Piccioni

Per Gianmarco Piccioni una rete e due legni nell’ultimo match con la Recanatese

Non sembrava disponibile a valutare un nuovo trasferimento ma l’offerta giunta dal direttore generale Marco Rizzieri lo avrebbe convinto a cambiare maglia, dopo appena quattro mesi e otto apparizioni, cinque da titolare, considerate anche le quattro sfide che la Recanatese ha saltato per Covid.

Una doppia conferma indiretta arriva proprio dalle Marche. Piccioni non è tra i venti convocati dal tecnico Federico Giampaolo per la trasferta con la Vastese. La Recanatese sembra averlo peraltro già sostituito, tesserando alla vigilia del match l’esperto attaccante Mario Titone, classe 1988, con un passato già in giallorosso.

Gianmarco Piccioni

Gianmarco Piccioni in azione contro l’Atletico Fiuggi

Piccioni, che in carriera vanta oltre un centinaio di gettoni in serie C, prima di quest’anno non era mai sceso tra i Dilettanti. Nel passato torneo quattro marcature con le maglie di Rimini e Arzignano. Ottima la precedente stagione a Santarcangelo, caratterizzata da undici gol e ben nove assist tra campionato e playout, oltre che da 31 gare da titolare.

Cresciuto nella primavera del Vicenza, Piccioni è figlio d’arte. Il padre Enrico, centrocampista reso celebre anche dai suoi vistosi baffi, collezionò infatti quasi 400 presenze tra i professionisti tra gli anni ’80 e ’90, divenendo un’autentica bandiera della Cremonese che disputò due campionati di serie A tra il 1989 e il 1992.

Enrico Piccioni

Il padre Enrico Piccioni è stato una bandiera della Cremonese (foto Ivano Frittoli)

Per un curioso scherzo del destino fu guidato proprio dal padre nel Mosta, nel massimo campionato maltese, dove firmò 14 reti. Nell’annata successiva altri quindici centri, con la maglia del Balzan. All’estero anche le esperienze tra Romania, in serie B, e Bulgaria, un’altra nazione in cui ha allenato Enrico.

L’ultima avventura appunto a Recanati, nel club da cui il Fc Messina prelevò due estati fa il centrocampista Alessandro Marchetti. Adesso il possibile bis, con la società del presidente Rocco Arena che completerebbe così una sessione invernale grandi firme, con cinque innesti tra gli over (sono già arrivati Lodi, Agnelli, Caballero e Da Silva) e altrettanti tra gli under, con le piacevoli rivelazioni rappresentate da Bianco e Arena, a segno con una splendida punizione a Castrovillari.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma