Esordio in salita per la Rescifina Messina nel concentramento per l’A3

Impresa sfiorata e grande rammarico finale. E’ il sentimento che accompagna le ragazze della Polisportiva Giuseppe Rescifina Messina superata tra le mura amiche del PalaTracuzzi dal Basket Girls Ancona, seconda classificata del raggruppamento Abruzzo-Marche. Le ospiti si sono aggiudicate l’incontro col punteggio di 53-60 al termine di una sfida a lungo condotta e sostanzialmente equilibrata che lascia l’amaro in bocca al gruppo allenato da Lilia Malaja che adesso dovrà centrare il successo nella trasferta di Marigliano per provare a tornare in corsa in ottica primo posto finale.
Ancona si è dimostrata una solida realtà che può puntare sulla prima squadra militante in serie A2 Femminile e con la quale diverse giocatrici giocano in doppio tesseramento, in primis il trio Moroni, Mataloni e Cadoni, tutte in orbita Nazionale under 20. Proprio i numeri delle tre giocatrici biancorosse sono risultate decisive per la vittoria finale. Messina però ha interpretato al meglio la gara inaugurale del concentramento mettendo in luce l’esterna Marchese (13 punti), le lunghe Barlassina (15) e Ripellino (14) che ha dato vita d un bel duello a distanza con la pari ruolo Zerella (miglior marcatrice del match con 18 punti).

Un time out di Ancona

Un time out di Ancona

Le peloritane hanno pagato a caro prezzo i problemi di falli, spesi ad inizio partita e poi risultati decisivi nel finale punto a punto che ha regalato tanti tiri liberi alle avversarie (20 viaggi in lunetta contro i 5 di Messina). Massimo l’equilibrio fino al 30’ con le due squadre appaiate a quota 44, poi nell’ultimo quarto Messina, che non ha potuto contare sulla verve di Libro, frenata dal riacutizzarsi di un precedente problema fisico, ha pagato la tripla di Moroni ed alcune chiamate arbitrali poco convincenti, come i tre secondi in area e infrazioni di passi. Ancona più lucida negli istanti finali conduceva in porta una vittoria pesantissima che la mette in posizione di vantaggio per la conquista dell’ambito posto promozione in terza serie nazionale. La Rescifina non dispera ed adesso punta tutto sulla prossima trasferta con le campionesse della Campania, il Marigliano, match fissato per domenica prossima ma che potrebbe essere anticipato a sabato su richiesta del team biancoazzurro.
A fine gara ecco la disamina del dirigente Giuseppe Caudo che ha lodato lo spirito delle ragazze: “Mi sento di fare solo complimenti alle mie ragazze che fino alla fine ci hanno sempre creduto. Resta il rammarico finale, perché paghiamo qualche episodio discusso che in una gara così tirata può risultare sempre decisivo ma guardiamo avanti. Per il primo posto tutto si complica ma proveremo lo stesso a giocare al meglio in un campo caldo come Marigliano per ritornare in gioco anche in ottica ripescaggio. La società ci crede dopo una stagione che resta ad alti livelli”.

Rescifina Messina-Ancona 53-60
Parziali: 21-22, 38-34, 44-44; 53-60
Rescifina: Gambino 2, Marchese E. 13, Barlassina 15, Davì, Vento 9, Ripellino 14, Derkaoui, Libro, Russo, Spadaro, Romeo. All: Malaja
Ancona: Mataloni 15, Mosconi 2, Di Sario 8, Reni, Coccitto, Moroni 9, Strovegli, Cadoni 5, Leonetti, Angeletti 3, Zerella 18. All. Novelli.
Arbitri: Carotenuto e Petrone di Salerno.

Lilia Malaja (Rescifina) parla alla sua squadra

Lilia Malaja (Rescifina) parla alla sua squadra

Commenta su Facebook

commenti