Esordio casalingo per l’Akademia Sant’Anna che sabato ospita il Volley Torretta

Akademia VolleyLa foto di gruppo dell'Akademia Sant'Anna

Sarà la Palestra Juvara ad inaugurare l’avventura in serie B2 dell’Akademia Sant’Anna. L’avversario di sabato della formazione messinese (con fischio d’inizio per le 18) nella prima gara della stagione con i punti in palio è il Volley Torretta Crotone. La società del presidente Fabrizio Costantino parte con grandi ambizioni, un organico di primissimo livello affidato ad un allenatore valido ed esperto che conosce bene la categoria.

fase di riscaldamento Akademia

Nelle scorse settimane, le biancoscudate hanno saggiato il livello di preparazione anche contro formazioni di categoria superiore dimostrando di poter giocare alla pari e mettendo in luce i propri punti di forza. C’è attesa in casa Akademia per questo storico esordio che arriva al culmine di una programmazione durata un anno.

“Lavoriamo dallo scorso novembre per dare a Messina una società di pallavolo ambiziosa ed organizzata – afferma il presidente Fabrizio Costantinonon nascondiamo l’emozione per l’esordio e auspichiamo che gli appassionati di pallavolo di Messina, ma anche del comprensorio, ci seguano con affetto e sostegno. Pensiamo di avere allestito una rosa di prim’ordine adeguata alle ambizioni della società, abbiamo lavorato bene durante la fase di preparazione e adesso aspettiamo di raccogliere i frutti sul campo. Ho riscontrato in questi giorni tanta voglia di mettersi in gioco anche nello staff tecnico e nelle atlete, penso ci sia la grinta e la determinazione giusta per iniziare bene“.

L’Akademia Sant’Anna in campo contro l’Amando Volley

Torretta, allenata da Luca Scandurra, ha mostrato nel precampionato una buona predisposizione al gioco veloce e alla copertura degli spazi difensivi e l’intesa delle attaccanti è già a buon punto. Per questo è una gara da non sottovalutare. Tra le loro file anche la centrale messinese Ludovica Conti. “È una squadra costruita bene con elementi interessanti – sottolinea l’allenatore Claudio Mantarro ci aggiungerei anche Roberta Chiesa e Cristina Murru che alzano la qualità di un sestetto che ha un buon sistema di gioco. Bisogna stare attenti perché può mettere in difficoltà chiunque. Noi ci arriviamo bene, stiamo rispettando i tempi e sono fiducioso del lavoro fatto sin qui e per come hanno lavorato le ragazze. Mi affido alla loro capacità e alla compattezza della squadra. È importante partire bene per creare un clima di fiducia ed autostima per il futuro”.

Commenta su Facebook

commenti