Emozionante traversata dello Stretto di Messina per il team Ulysse Master

Nella foto: Coraci, Lotta, Caprì, Florio, Iacopino, La Spada, Raccuja, Bruno, Impollonia, Caroleo, Stroscio, Caratozzolo, Rustica, Nino Fazio.

Il gruppo Master dell’Ulysse Nuoto è tornato in acqua, ma questa volta quella salata dello Stretto di Messina. Dopo la faticosa stagione agonistica che li ha visti impegnati in vasca a partire da dicembre in quel di Palermo per finire ai Campionati Italiani di Riccione, lunedì 7 luglio undici nuotatori hanno affrontato le acque dello Stretto, accompagnati da Nino Fazio e Giovanni Arena (www.baiadigrotta.it), veterani del nuoto in acque libere che, forti della loro esperienza in fatto di traversate dello Stretto di Messina, hanno permesso agli atleti messinesi di mettersi alla prova in questa nuova esperienza.

Una fase della traversata

Una fase della traversata

Tra gli undici, qualcuno con esperienze simili alle spalle, ma la maggior parte del gruppo era nuovo a prove del genere. Partiti alle 10:00 del mattino, hanno concluso la traversata dello Stretto con tempi variabili tra i 48’ di Antonio Coraci e un’ora e quindici di Giovanni Stroscio, entrambi alla loro prima volta.

Le sensazioni di questa nuova avventura e l’elogio al contesto ambientale sono nelle parole di Daniela Impollonia, tesserata e master dell’Ulysse, anche lei alla prima esperienza nelle acque dello Stretto: “Un’emozione che non si può esprimere con le parole, la bellezza del nostro mare, del nostro Stretto, attraversarlo solo con la forza delle mie braccia, la meravigliosa sensazione di trovarsi esattamente nel mezzo delle correnti, le onde, le barche”.

Adesso parte del gruppo continuerà la preparazione in vista di altri appuntamenti, questa volta agonistici, per partecipare al circuito Supermaster in acque libere, che li vedrà impegnati sicuramente ad Acicastello, Messina e Milazzo.

Nella foto in alto : Coraci, Lotta, Caprì, Florio, Iacopino, La Spada, Raccuja, Bruno, Impollonia, Caroleo, Stroscio, Caratozzolo, Rustica, Nino Fazio.

Commenta su Facebook

commenti