Edwards: “Dobbiamo abituarci rapidamente alle gare ravvicinate”. Di Carlo: “Non eravamo concentrati”

SikeliArchiviEdwards cerca Delas (foto Roberta Fazio)

Non è andata bene la 200esima partita in serie A di Capo d’Orlando. Pistoia come nel 2014 conferma di saper fare male in Sicilia al termine di una sfida incanalata sui binari del team toscano grazie ad un primo ed un terzo quarto perfetto. Queste le parole di Justin Edwards nel post gara di Capo d’Orlando-Pistoia.

“Non abbiamo iniziato bene la nostra stagione in serie A, non abbiamo avuto l’energia necessaria per entrare in partita, è stato difficile, ma poi ci siamo riusciti, però poi siamo nuovamente crollati. Eravamo pronti ad affrontare questa partita dal punto di vista mentale, il crollo è stato dovuto solo ad una questione di stanchezza fisica. So che avremo spesso partite ravvicinate, dovremo giocare ogni due/tre giorni, ma non sono preoccupato, perché è qualcosa a cui ci dobbiamo solo abituare: dovremo riposarci di più per giocare e rendere meglio dal punto di vista fisico.”

Questa la disamina di coach Gennario Di Carlo: “Non volevo mettere le mani avanti alla vigilia ma sapevo le difficoltà del dover giocare ogni tre giorni e del dispendio fisico che la Coppa richiede. Sfrutteremo questa gara come esperienza per crescere in futuro, dobbiamo maturare anche nel come affrontare le gare. Bisogna capire in che termini giocare e quali scelte effettuare in campo. Se giochi senza la dovuta concentrazione ai massimi livelli perdi contro chiunque figurarsi con Pistoia, ed oggi ne è la dimostrazione”.  

Raggiante invece il coach di Pistoia ex ex giocatore dell’Orlandina Enzo Esposito: “E’ una grande vittoria per noi, su questo difficile campo. McGee e Kennedy non si allenavano coi compagni da una settimana. Abbiamo operato molti cambi durante la partita, Laquintana ha voluto giocare anche sul dolore. La squadra è assieme solo da una settimana, dobbiamo inserire situazioni difensive ed offensive ma questo successo da fiducia e ci porta a trovare continuità. Loro hanno cambiato tanto, sono un roster giovane e può stare di aver giocato sottotono. Ma la stagione è appena agli inizi, noi cercheremo di capire le nostre forze e quelle degli altri in considerazione del fatto anche che l’assemblamento del roster è avvenuto tardi dopo aver cambiato in corso d’opera stretegia per l’infortunio e la partenza di Czyz“.

Betaland

Betaland-Pistoia

Commenta su Facebook

commenti