Eccellenza – La Tiger Brolo supera indenne il big-match di Siracusa

La formazione della Tiger che ha battuto il Rometta

Nel match clou della ventesima giornata del campionato Eccellenza, la Tiger Brolo esce indenne dal “Nicola De Simone”, in una sfida che alla vigila prometteva scintille, di fronte i migliori attacchi del girone B.
Troppo importante la posta in palio per entrambe le squadre, che hanno preferito annullarsi reciprocamente e non rischiare di soccombere, una gara in cui il tatticismo e l’agonismo hanno preso il sopravvento sulla tecnica.

Il Siracusa doveva fare la partita, il suo ritardo in classifica lo imponeva, gli azzurri hanno cercato di pressare i gialloneri sin dall’inizio del match, la Tiger ha giocato con ordine e semplicità, cercando di innescare il velocissimo D’Agosta con contropiedi ficcanti, nel tentativo di trovare il varco giusto per infilare la retroguardia siracusana.

La formazione della Tiger che ha battuto il Rometta

La formazione della Tiger che ha battuto il Rometta

Per gli aretusei l’attenuante delle pesanti assenze di Palmiteri e Visone, non schierati da mister Strano che ha dovuto fare a meno anche del bomber Carbonaro dalla mezzora del primo tempo per uno stiramento al flessore, ma la squadra di Santino Bellinvia è stata quella che ha avuto le occasioni più ghiotte della gara.

Dopo un primo tempo giocato soprattutto nella zona centrale del campo, durante il quale i due portieri non sono mai stati seriamente impensieriti, nella ripresa gli equilibri saltano ed al 5’ la squadra di casa conquista un corner, sulla battuta di Figura è Diop a mettere Bufalino in condizione di battere a rete, ma la sua conclusione è centrale ed è facile preda per l’estremo difensore brolese Fagone. Al quarto d’ora arriva la risposta dei gialloneri, su corner calciato da D’Agosta la sfera perviene a Falanca, la conclusione ravvicinata del difensore viene neutralizzata con un pregevole intervento da Farò, che salva la propria porta.

Tindaro Calabrese (Tiger Brolo).

Tindaro Calabrese (Tiger Brolo).

In una gara spezzettata dalle troppe interruzioni, solo un episodio o una giocata da palla inattiva potrebbe sbloccare il risultato. L’ultima grande occasione della partita tocca ancora una volta alla Tiger, è il bomber Tindaro Calabrese a disegnare una parabola su calcio di punizione, sulla quale un grande intervento di Farò (ex Messina) gli nega la gioia del gol.

E’ l’ultimo sussulto di match vissuto all’insegna dell’equilibrio, che ha dato al Siracusa la consapevolezza della propria forza, mentre la Tiger ha ribadito ancora una volta di meritare il primato del girone, che però adesso è meno sicuro, infatti il vantaggio sulla seconda in classifica, FC Acireale, si è dimezzato per via del successo degli acesi ottenuto contro il Modica grazie a due penalty. Il team di mister Bellinvia ha però superato brillantemente un esame di maturità importante in vista del traguardo finale.

Tabellino:

Siracusa – Tiger Brolo 0-0

Siracusa: Farò, Lombardo, Liistro, Matinella, Diop (64’Chiarello), Figura, Garrasi, Calabrese, Frittitta, Carbonaro (28’ Lentini), Bufalino (79’ Scarano). A disp: Russo, Visone, Brancato, Pirrotta. All. Strano

Tiger Brolo: Fagone, Perricone, Falanca, Messina (80’ Carrello), Pettinato, Zingales, Lupo, Speciale, Calabrese, D’Agosta, Salerno. A disp. D’Alessandro, Di Napoli, Messineo, Rametta, Guercio, Biondo. All. Bellinvia.

Arbitro: Lippiello di Avellino. Assistenti: Scannella di Caltanissetta e Di Paola di Catania

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti