Diversi villaggi coinvolti nelle mostre della “Notte d’Arte 2019”

Notte d'Arte 2019

Il 14 e 15 settembre si svolgerà in diversi villaggi della città di Messina la “Notte D’Arte”. L’evento è patrocinato, tra gli altri, dall’Ordine degli Architetti di Messina e dalla Fondazione Architetti nel Mediterraneo che, come l’anno scorso, organizzano un’esposizione di “Idee per Messina”, che sarà aperta dalle 21.00 di sabato 14 alle 24.00 di domenica 15, a Piazza del Fuoco e Piazza della Cultura (piazzette tematiche).

La locandina dell’evento “Suggestioni dei/dai borghi”

Anche quest’anno all’evento partecipa l’Istituto Nazionale di Bioarchitettura che, insieme all’Ordine degli Architetti, ha sostenuto le tre iniziative organizzate dalla “Rete dei Borghi”: la Mostra sulle peculiarità di 22 villaggi (visitabile a Palazzo Zanca dalle 21.00 all’1.00 del sabato e l’intera giornata della domenica); la mostra “Immagini dai Borghi”, curata dalla Biblioteca Comunale Cannizzaro (visitabile al Palacultura solo il sabato dalle 19.00 alle 23.00) e la mostra “Suggestioni dai/dei Borghi” a cura dell’arch. Michele Palamara (visitabile all’Arcivescovado dalle 20.00 all’1.00 del sabato e l’intera giornata della domenica). La “Rete dei Borghi” ha, quindi, triplicato il suo sforzo per garantire in questi due giorni maggiore visibilità a quei villaggi, in passato importanti per l’economia della città, oggi spopolati e abbandonati, con l’obiettivo di proseguire in un progetto di rete che permetta agli stessi di entrare un circuito di turismo esperienziale, di creare lavoro e favorire il ripopolamento. Alla mostra di Palazzo Zanca hanno aderito, ancora più numerose dell’anno scorso, le associazioni locali, e la Biblioteca Cannizzaro ha preparato stampe antiche e materiale assolutamente inedito che testimonia l’importanza storica dei villaggi. All’Arcivescovado, infine, la mostra “Suggestioni dai/dei borghi”, a cura dell’arch. Michele Palamara; 33 tavole che, attraverso 39 borghi, raccontano i suggerimenti (suggestioni) per una lettura storico-architettonica e le esperienze (suggestioni) vissute alla ricerca del “genius loci” . Questi i villaggi coinvolti: Acqualadrone, Altolia, Briga Marina, Briga Superiore, Camaro, Castanea, Cataratti, Contese, Curcuraci, Faro Superiore, Ganzirri, Gesso, Giampilieri, Larderia Inferiore, Larderia Superiore, Massa S. Giorgio, Massa S. Nicola, Mili S. Marco, Mili S. Pietro, Molino, Ortoliuzzo, Pace, Paradiso, Pezzolo, Pistunina, Rodia, Salice, S. Filippo Inferiore, S. Filippo Superiore, S. Margherita, S. Saba, S. Stefano Medio, S. Stefano Briga, Scoppo, Spartà, Tipoldo, Torre Faro, Tremestieri, Zafferia

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti