Le dichiarazioni del dopo derby tra Orlandina e Due Torri

Giocatori del Due Torri festeggiano sotto lo spicchio dei loro sostenitori

Il calcio d’agosto, inteso come quello delle amichevoli precampionato e di squadre con ben esposto il cartello “lavori in corso” va agli archivi. L’ultimo suo atto è stato il sentito derby che ha opposto al “Micale” l’Orlandina al Due Torri, valevole per il primo turno della Coppa Italia di Serie D.

Il tentativo di testa dell'esperto difensore Matinella, neo arrivo all'Orlandina

Il tentativo di testa dell’esperto difensore Matinella, neo arrivo all’Orlandina

La spettacolare girata al volo di Gaglio che impegna Pandolfo in apertura di match

La spettacolare girata al volo di Gaglio che impegna Pandolfo in apertura di match

Sul campo si è imposta la formazione pirainese per due reti a zero, una spettacolare doppietta di Emanuele Dalì, già decisivo nell’eliminatoria con il Roccella. Ora per le due compagini, ma anche per la terza messinese – la neopromossa Tiger Brolo – presente nel Girone I l’attenzione si sposterà al campionato che scatterà domenica 7 settembre e metterà in palio i primi preziosi punti per i rispettivi obiettivi stagionali.

Abbiamo pagato dazio alle assenze – ricorda il presidente Massimo Romagnoli – con troppi elementi fermi per aspetti burocratici ed altri alle prese con problemi fisici legati ad infortuni. Contiamo di poterli schierare domenica prossima. Non facciamo drammi per l’uscita dalla Coppa, ci concentreremo sul campionato dove siamo sicuri che potremo essere protagonisti”.

Anche i sostenitori sono "internazionali" per l'Orlandina

Anche i sostenitori sono “internazionali” per l’Orlandina

Nel primo tempo credo che avessimo tenuto bene il campo pur con i nostri limiti, nel secondo tempo – analizza il centrocampista italo-tedesco Luigi Campagna – forse anche per il gol preso a freddo non siamo riusciti ad esprimerci e la seconda rete ci ha definitivamente tagliato le gambe. Il cambio di Quotschalla, arrivato dopo il gol subito, è stato una necessità perché non stava bene ed era in dubbio già alla vigilia“.

“Per il campionato – prosegue il vice capitano dei paladini – non siamo preoccupati, anche se il Torrecuso sarà un avversario difficile, contiamo sul rientro degli assenti per problemi di tesseramento con alcuni elementi come Reuter (terzino sinistro) e Braha (attaccante esterno), oltre che di Maouel che possano darci qualità in campo“.

Il tecnico del Due Torri Antonio Venuto tra i giocatori Campagna e Di Gregorio dell'Orlandina

Il tecnico del Due Torri Antonio Venuto tra i giocatori Campagna e Di Gregorio dell’Orlandina

“Siamo soddisfatti del risultato e della prestazione, abbiamo fatto – afferma il tecnico Antonio Venuto, tra l’altro un passato anche da portiere a Capo d’Orlando e che ha lasciato tanti estimatori in ogni realtà della Provincia in cui ha allenato – qualcosa di buono ed è un successo che dedichiamo ai tifosi e noi stessi. Credo che il risultato  sia stato ampiamente meritato, ma questo è ancora calcio d’agosto, non dobbiamo farci illusioni il campionato sarà molto difficile e domenica ci attende una sfida difficile a Gioia Tauro“.

“Abbiamo rifondato quasi interamente la squadra – prosegue il mister di Villafranca Tirrena, ex Milazzo e Hinterreggio tra i professionisti – puntando sui giovani. Abbiamo lavorato tanto, e tanto dovremo ancora lavorare su alcune opzioni in campo e oliare i meccanismi per crescere come squadra. I complimenti fanno sempre piacere, ma dobbiamo acquisire più sicurezza in difesa ed evitare disattenzioni, anche se quest’oggi mancavamo di alcuni elementi“.

Corposa la presenza di tifosi giunti da Piraino per sostenere il Due Torri

Corposa la presenza di tifosi giunti da Piraino per sostenere il Due Torri

Sono molto emozionato – esordisce il neo presidente in pectore pirainese Carlo Amatoper questo successo che inaugura nel migliore dei modi la stagione del club e questa mia avventura. Ero già vicino alla squadra, essendo stato già il medico sociale, ed ora con tutta la dirigenza lavoreremo per centrare il nostro obiettivo che è la salvezza, ricreando tanto entusiasmo intorno alla squadra“.

Commenta su Facebook

commenti