Di Napoli: “Messina buonissima squadra. Sullo ha fatto tanta gavetta, come me”

Di Napoli e ZemanDi Napoli e Zeman si sono affrontati in Coppa Italia

Subito un ex sulla strada del Messina in campionato. Lello Di Napoli, all’inizio da vice di Re Artù e poi da primo allenatore, guidò i giallorossi nel campionato di Serie C 2015/16, chiuso al settimo posto. A Pagani, dopo aver conquistato una miracolosa salvezza nella passata stagione, si ritrova adesso un organico decisamente rinforzato per puntare a ben altro torneo: “Stiamo bene, siamo consapevoli del lavoro che stiamo svolgendo, è normale che dobbiamo pensare sempre a migliorarci. Questo è un grandissimo gruppo, sia di uomini che calciatori, ci sono quindi tutti i presupposti per fare buoni risultati”. 

L’attaccante Gigi Castaldo (foto Facebook Paganese)

Dopo la gara persa a Foggia, in Coppa Italia, giungono buone notizie dall’infermeria in vista del match con il Messina: “Abbiamo quasi a tutti a disposizione dopo aver recuperato anche Tissone, mentre per l’ultimo arrivato Piovaccari stiamo aspettando il transfer”.

Dal mercato sono arrivati anche altri due big come Castaldo e Zito, oltre agli under Caruso e Cretella, portati dal direttore D’Eboli e reduci proprio dall’esperienza in riva allo Stretto: “Voglio ringraziare il presidente Trapani e il direttore Raiola. Mi avevano promesso che avremmo fatto una buona squadra, per toglierci maggiori soddisfazioni e salvarci prima possibile. Lo scorso anno ci è mancata un po’ di esperienza, ma non va dimenticato il grande lavoro fatto. Ora abbiamo fatto una campagna acquisti importante, con giocatori di esperienza e giovani di spessore. La squadra sa quello che vuole, siamo pronti. Sono onorato di allenare questi ragazzi e con questa splendida tifoseria”.

Lello Di Napoli

Lello Di Napoli davanti alla panchina da allenatore del Messina (foto Alessandro Denaro)

Al collega Sasà Sullo, primo avversario in campionato, rivolge parole d’elogio: “Affronteremo il Messina che è una buonissima squadra, con un bravissimo allenatore che come me ha fatto tanta gavetta ed è molto preparato. Dovremo essere pronti a giocare col piglio giusto”.

“Voglio vedere una Paganese – conclude Di Napoli – che sa fare la partita e tenere il ritmo alto. Sono convinto che abbiamo una grande squadra, ma bisogna dimostrarlo sul campo, settimana dopo settimana, perché a livello di nomi abbiamo dei giocatori che hanno militato in categorie importanti”.

The following two tabs change content below.