De Vito: “L’arbitro ha visto male sul rigore. Un punto così dà morale”

De VitoDe Vito spadroneggia sulla fascia

Dal timore di andare subito sotto, per via del rigore poi fallito dal Fondi, all’amarezza per un successo, che manca da oltre un mese, pregustato soltanto per qualche minuto. In casa Messina ancora una volta è la fiera delle occasioni sprecate. Andrea De Vito non nasconde un po’ di delusione: “È stata una partita strana, che pure avevamo preparato in questo modo. Sull’episodio del penalty a mio avviso l’arbitro ha visto male, ma ormai ha deciso così e non possiamo farci molto”.

Tiscione

Il rigore fallito da Tiscione

L’inerzia del match è stata comunque ribaltata, nonostante la conseguente inferiorità numerica per il rosso rifilato a Rea: “Alessandro (Berardi, ndc) è stato bravo a pararlo e poi noi siamo anche andati in vantaggio. C’è rammarico perché in dieci sognavamo l’impresa e purtroppo non è arrivata per un episodio sfortunato. Da martedì prepareremo la gara di Melfi”.

Sull’1-1, siglato da Albadoro in sospetto fuorigioco, anche un rimbalzo beffardo: “Il terreno è complicato, inutile nasconderlo, anche per la pioggia e soprattutto per il clima delle ultime due settimane, che l’hanno reso pesante. Ad ogni modo inutile cercare alibi: era così anche per loro”.

Tiscione

Tiscione fu grande protagonista con la maglia del Città di Messina

Priorità quindi alla riapertura del “Celeste”, che peraltro è imminente: “Allenarsi sempre su questo campo non ci ha aiutato. Adesso speriamo nell’imminente disponibilità della struttura di Gazzi, altrimenti dovremo trovare un’altra struttura per allenarci con continuità nelle sedute settimanali”.

Il pari con i laziali dà almeno un po’ di fiducia, per come è maturato: “Un pizzico di morale lo dà perché quando dai tutto, giochi con il cuore, rimani in dieci ma porti comunque qualcosa a casa almeno sei soddisfatto. Dobbiamo ricaricare le batterie e preparare uno scontro diretto che a questo punto è molto importante”.

Ricozzi

Ricozzi promosso titolare dopo la defezione di Musacci

Il Melfi, in risalita, l’ambizioso Lecce, e il Cosenza rappresentano tre test da brividi: “Sono tre gare difficili, ma prepariamone una per volta, come dice sempre il mister. Ci concentriamo sulla prima, senza pensare alle altre. In palio ci saranno sempre tre punti e con il Melfi dovremo provare assolutamente a vincere”.

Tra le note liete le risposte arrivate da alcuni protagonisti: Capua è entrato molto bene e ha firmato il gol, gli ho fatto i complimenti a fine partita. Anche Ricozzi ha giocato una buona partita. Ci sono tanti ragazzi giovani che vogliono mettersi in mostra ma non è semplice approcciarsi al calcio professionistico. Hanno bisogno di tempo, come è stato per me: è fisiologico. Danno il cento per cento in settimana, spero per loro e per noi che ci toglieremo insieme delle soddisfazioni più avanti”.

Commenta su Facebook

commenti