De Vito: “Amarezza per il derby. Non ci siamo mai arresi, ora vogliamo ripagare la fiducia di Proto”

De VitoDe Vito spadroneggia sulla fascia

Un infortunio lo ha costretto ad assistere dalla panchina al derby con il Catania. Sofferenza doppia per Andrea De Vito, tra le colonne di un Messina che adesso, con la spinta del cambio di proprietà, vuole ripartire di slancio anche per cancellare la beffarda sconfitta subita in rimonta domenica scorsa: “C’è tanta amarezza, la gara si era incanalata sui binari giusti, ma non siamo riusciti a chiuderla. Il calcio è così, a volte ti mette di fronte a cose che non puoi immaginare. Grazie a due episodi a favore il Catania ha portato via i tre punti con il minimo sforzo. Personalmente mi è dispiaciuto tanto, ho provato fino all’ultimo ad essere della partita. Purtroppo mi si è bloccata la schiena durante la rifinitura. Adesso sto meglio, ho ripreso da qualche giorno e sono arruolabile per domenica”.

Andrea De Vito

Ottima la prova di Andrea De Vito contro la Juve Stabia (foto Alessandro Denaro)

Lo spettacolo dagli spalti ha riportato alla mente di De Vito la splendida cornice di pubblico in occasione del derby del 2015: “Una bella immagine, ma ricordo anche i 20.000 dell’anno prima. I tifosi messinesi ci danno sempre qualcosa in più e sarebbe bello che ci continuassero a sostenere così anche nelle prossime partite. Abbiamo cercato di superare tante difficoltà, non ci siamo mai arresi ed ora vogliamo che il nostro pubblico sia il dodicesimo uomo in campo per raggiungere la salvezza”.

Da 24 ore il gruppo Proto è ufficialmente al timone del Messina. Un cambio di società che serve a dare serenità alla squadra dopo mesi difficili: “Abbiamo avuto un’ottima impressione, sono entrate in società persone che hanno fatto calcio in un certo modo e finalmente si può tornare a parlare di pallone. Il presidente Proto ha fatto un grande passo e adesso dobbiamo ripagare la sua fiducia. Sono inoltre contento che sia tornato il direttore Manfredi, con cui tutta la squadra ha avuto nello scorso anno uno splendido rapporto. Bisogna remare tutti nella stessa direzione per conquistare la salvezza”.

De Vito

De Vito agisce sia da centrale che sulla corsia mancina

Eppure le strade di De Vito ed il Messina stavano per separarsi nel mercato di gennaio, quando l’offerta della Juve Stabia aveva attratto il difensore. “A Messina ho sempre detto di stare bene, ma ho già vissuto un fallimento a Varese e qui ho visto delle cose che non mi facevano essere sereno. Avevo un’opportunità importante e pensavo alla famiglia e dunque a mia moglie ed alla bimba che sono qui con me. Era difficile dire di no, però sono rimasto a Messina consapevole che è possibile fare un progetto importante ed a lungo termine. In questo momento c’è comunque poco spazio per le parole, contano solo i fatti. Il Messina deve salvarsi, a giugno ci siederemo ad un tavolo con la nuova proprietà e vedrò cosa vorranno fare”.

Curva Sud

Lo splendido colpo d’occhio offerto dalla Curva Sud

Domenica l’impegno casalingo con il Monopoli, a secco di vittorie da quasi tre mesi e con un nuovo allenatore (Bucaro) che ha raccolto un sofferto pari all’esordio in panchina. Vincere significherebbe agganciare in classifica i pugliesi a quota 30. “E’ una squadra che inizialmente stava facendo benissimo, poi è arrivato per loro qualche risultato meno buono, ma di sicuro è un avversario forte che ha giocatori importanti e da non sottovalutare. Noi giochiamo in casa e dobbiamo sfruttare il fattore campo. Vogliamo ottenere dei punti per la salvezza e dunque non bisognerà più guardare in faccia nessuno. Chi viene a Messina dovrà sputare sangue nel nostro stadio. Noi non possiamo più sbagliare”.

Commenta su Facebook

commenti