D CLUB: a Viareggio i migliori della Serie D 2017/2018. Premiati anche Colombini e Gomis

Premio D Club 2018: Gomis e Colombini tra i premiati

La Serie D premia le sue stelle. Per il sesto anno consecutivo i migliori calciatori e allenatori del campionato appena concluso sono stati premiati al D CLUB, lo speciale voting del Dipartimento Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti in collaborazione con Corriere dello Sport e Tuttosport. L’evento, moderato dal giornalista Luca Rutili di Radio Onda Libera, si è svolto presso il Grand Hotel Royal di Viareggio, dove hanno ritirato il prestigioso riconoscimento i più votati dai lettori sui siti web dei due quotidiani sportivi e dalla Giuria D Club.

Gomis

Gomis anticipa Bossa

Questi i vincitori della 6^ edizione: Maurice Gomis della Nocerina (miglior portiere), Francesco Colombini del San Donato Tavarnelle (miglior difensore), Cosmo Palumbo del Francavilla 1927 (miglior centrocampista), Emilio Volpicelli del FC Francavilla (assente giustificato per le visite mediche in corso con la Salernitana) e Carlos Franca del Potenza (ex aequo come migliori attaccanti), Antonio Ferrara della Caronnese (miglior giovane) e Luigi Fresco della Virtusvecomp Verona (miglior allenatore).
Oltre ai protagonisti dell’ultima stagione, sono stati assegnati dei premi speciali alla carriera al direttore sportivo del Barcellona Ariedo Braida, al direttore sportivo del Parma Daniele Faggiano, all’ex centravanti di Cremonese e Martina Gioacchino Prisciandaro, più il premio Fair Play al tecnico Vincenzo Maiuri.

Maiuri, allenatore del Portici

“La bellezza del calcio non ha categorie – esordisce Braida al momento di ritirare il riconoscimento – Complimenti a tutti i premiati e alla Serie D per il premio di cui sono onorato. E’ un campionato che esprime valori importanti oltre ad essere trampolino di lancio per molti ragazzi. Vivo il calcio nello stesso modo di Gattuso: con passione ed energia, sono queste due cose che muovono il mondo”.

“Ricevere un premio non è mai facile, ne sono orgoglioso – sottolinea Faggiano, che ha festeggiato il ritorno del Parma in Serie A – Sono nato e cresciuto nella Serie D, dove continuo a monitorare tantissimi calciatori. Questo campionato mi ha dato molto e continua a farlo per molte altre persone e atleti”.

Colombini

Un duello aereo per Colombini (foto Fabrizio Pernice)

Tra i presenti per la LND il Segretario generale Massimo Ciaccolini, il Coordinatore del Dipartimento Interregionale Luigi Barbiero insieme al segretario Mauro de Angelis e ai consiglieri Massimo Caldaroni, Pietro Bertapelle, Giuseppe Dello Iacono, Sergio Gardellini e la Giuria D Club.

“L’appuntamento col D Club è una tradizione che va felicemente avanti ormai da sei anni in piena sinergia con due dei più autorevoli giornali sportivi nazionali – le parole di Barbiero – Siamo molto orgogliosi di aver premiato questa sera le eccellenze del nostro campionato insieme a personaggi che hanno fatto la storia del calcio, tutti legati da un unico filo conduttore che è la Serie D. Inoltre il successo ottenuto quest’anno con lo spostamento del voting online è stato semplicemente straordinario, vogliamo che i tifosi possano essere sempre più coinvolti. Ringrazio infine il Presidente Sibilia per la disponibilità a tutte le iniziative promosse dal Dipartimento”.

Messina

Il pallone della Serie D (foto Vincenzo Nicita Mauro)

LA GIURIA D CLUB – Biagio Angrisani (giornalista del Corriere dello Sport), Guido Ferraro (giornalista di Tuttosport), Augusto Gentilini (Tecnico della Rappresentativa Serie D e Under 15 LND), Mariateresa Montaguti (Consigliere del Dipartimento Interregionale), Alessandro Degli Esposti (Osservatore Rappresentative Nazionali LND).

REGOLAMENTO – I lettori hanno espresso le proprie preferenze tra le otto nomination per categoria, scelte attraverso le risultanze dei forum dei social LND, cliccando direttamente sul sondaggio pubblicato sui siti web di Corriere dello Sport e Tuttosport. Nell’individuazione dei vincitori, le preferenze raccolte online (il 50% del voto finale) si sono sommate a quelle della Giuria (l’altro 50%).

LE VOCI DEGLI ALTRI VINCITORI

Gomis: “Vengo da una famiglia di portieri, ci sentiamo spesso tra di noi per confrontarci. Il bilancio di questa stagione è positivo anche se eravamo partiti per vincere il campionato”

Colombini: “Quest’anno abbiamo sfiorato il sogno della Coppa Italia Serie D, un peccato averla persa ai rigori. Sono orgoglioso comunque della nostra stagione, nel corso della quale abbiamo giocato su campi molto importanti. Ho esordito in Serie D a 15 anni, da lì in avanti sono cresciuto molto come uomo e calciatore.

Palumbo: “13 gol in una stagione non sono pochi per un centrocampista, ringrazio il mister ed il presidente. Dedico il premio alla mia famiglia, alla mia ragazza e alla società. Ho fatto tesoro di tutte le mie esperienze, rimarrò al Francavilla dove spero di raggiungere risultati ancora migliori.

Franca: “Dietro questa fantastica stagione c’è stato un lavoro incredibile della squadra e della società. Sono cresciuto nel mito di Ronaldo, di lui condivido il concetto di umiltà e sacrificio”

Ferrara: “Ringrazio di cuore tutti quelli che mi hanno votato, significa che qualcosa di buono l’ho fatto. Un peccato aver perso la Viareggio Cup per infortunio, ma è stato bello vivere il gruppo della Rappresentativa Serie D”

Fresco: “Un’annata straordinaria coronata da un premio che voglio condividere con tutti quanti i dirigenti e calciatori del club”.

Prisciandaro: “Ho la Serie D nel cuore, sono tante le piazze di prestigio con cui sono legatissimo. Sono contento di quello che ho raggiunto in carriera, adesso la mia priorità sono i ragazzi della mia scuola calcio”.

Maiuri: “Ringrazio il Dipartimento ed il suo Coordinatore Barbiero per il premio. Sono convinto che qualsiasi uomo di calcio si sarebbe comportato proprio come me, i valori della vita valgono allo stesso modo anche nello sport”

Commenta su Facebook

commenti