CUS Unime sconfitto in trasferta dalla Roma Vis Nova

Pallanuoto A2Grande intensità in vasca (foto V.zo Nicita Mauro)

Trasferta amara per il CUS Unime, sconfitto dall’ambiziosa Roma Vis Nova nella seconda giornata del campionato di serie A2 di pallanuoto maschile.

Cus Unime a Roma contro la Vis Nova

Padroni di casa subito avanti per 3-0 grazie alle reti di Maras, Parisi e Ferraro. I peloritani riducono le distanze con Giacoppo in superiorità numerica. Secondo parziale equilibrato e si va, così, all’intervallo lungo sul punteggio di 5-3. La partita è viva ed il CUS Unime ci crede, ma Roma allunga ancora con Maras. Negli ultimi minuti, gli ospiti si rifanno sotto 8-6. Sono, però, più lucidi i laziali, che chiudono i conti con tre gol di fila. Nell’economia del match, pesano i due rigori falliti dai messinesi.

“Abbiamo sbagliato anche in quest’occasione l’approccio e questa volta, giocando fuori casa e considerato il valore degli avversari, non siamo riusciti a recuperarla – questa l’analisi post partita del tecnico gialloblu Sergio Naccarialla fine il risultato è un pò pesante, visto l’andamento della gara, e come abbiamo giocato, ma merito della Roma che ha fatto una bellissima partita. Sapevamo che sarebbe stata difficile e, come avevo già detto, questa sfida avrebbe rappresentato una tappa di crescita del nostro gruppo, che ancora deve migliorare sia dal punto di vista fisico che mentale. Adesso con molta serenità ci concentreremo sui prossimi due impegni in programma – Crotone alla Cittadella e Muri Antichi a Catania – appuntamenti fondamentali per raggiungere l’obiettivo, che è la salvezza”. 

ROMA VIS NOVA-CUS UNIME 11-6

ROMA VIS NOVA: Bonito, Carrozza, Murro, Ferraro 1, Iocchigrotta, Rella 1, Spinelli 1, Maras 4, Parisi M. 1, Gobbi 1, De Vena 2, Galli, Vitola. All. Calcaterra.

CUS UNIME: Spampinato, Vinci, Maiolino, Provenzale 1, Condemi, Cusmano, Giacoppo 1, Ambrosini 1, Sacco 2, Klikovac, Parisi D. 1. All. Naccari.

ARBITRI: Pinato e Valdettaro.

PARZIALI: 3-1; 2-2; 3-2; 3-1.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti