Cus Unime, inizio di girone di ritorno travolgente sulla Stella Palermo

Nel primo impegno della fase discendente del campionato di serie C Femminile autentica passeggiata di salute per il Cus Unime del presidente Pierluigi Mollica che davanti al pubblico amico del PalaNebiolo dell’Annunziata non fatica più di tanto per avere la meglio della compagine bianco verde della Stella Palermo, squadra superata a pieni voti tra andata e ritorno. Le ragazze allenate da Di Caro nonostante la buona volontà non hanno impensierito le giocatrici peloritane di coach Mara Buzzanca ad eccezione del primo quarto, unica frazione combattuta di tutto l’incontro. Ad onor del vero la formazione di casa è scesa in campo con una formazione rimaneggiata e non ha rischiato per precauzione sia Kramer che Raffaele. Messina con questo successo si conferma a ridosso delle battistrada con un quarto posto in graduatoria che rappresenta solo un punto di partenza. Dopo la palla a due le ospiti giocano con maggiore tranquillità e in appena due minuti toccano lo 0-6 grazie alla tripla in apertura di match di Cafiso. Dopo otto minuti il copione non cambia, gara dai ritmi bassi e con le rispettive panchine che optano per qualche cambio tattico; la Stella è ancora in vantaggio ma il Cus Unime rompe gli indugi e si porta in testa nel punteggio con i tiri conquistati prepotentemente dal nuovo innesto, l’ex Rescifina Samantha Derkaoui e Polizzi che riescono prima ad impattare a quota 10 per poi sorpassare con un ulteriore break di 5-0. Nel secondo quarto, sempre sotto la spinta della veterana Polizzi le universitarie allungano e, contemporaneamente, inizia il calvario delle ospiti costrette a rincorrere ma senza alcun frutto. Il parziale è eloquente e decide tutto l’incontro, in dieci minuti Palermo segna sei punti a fronte dei 24 delle locali. La gara finisce qui di fatto, Messina è incontenibile in campo aperto ed incrementa progressivamente il suo vantaggio mandando a segno tutte e dieci le giocatrici utilizzate sul rettangolo di gioco. Palermo scompare dal campo e Bursi (unica in doppia cifra) e Cafiso non possono più impensierire la retroguardia di casa.

Ilenia Certomà (Cus unime)  foto Nicita

Ilenia Certomà (Cus Unime)
foto Nicita

Vittoria agevole per il Cus Unime che s’impone con quarantacinque punti di margine e prosegue la sua rincorsa alle prime tre posizioni della graduatoria. Prossimo impegno chiave in alta classifica è in programma sabato al PalaGalermo di Catania contro la battistrada ed unica formazione imbattuta Rainbow, autentico esame di maturità per il Cus Unime.

Cus Unime–Stella Palermo 80–35
Parziali: 15-10, 39-16, 55-21, 80-35
Cus Unime: Osso 2, Kramer ne, Bonaccorsi 3, Scardino 4, Derkaoui 13, Certomà 14, Polizzi 6, Grillo 7, Raffaele ne, Ingrassia 15, Cosenza 4, Cascio 12. All.: Buzzanca
Stella Palermo: Lo Bianco, Ferro ne, Mattiolo, Di Martino, Cafiso 9, Monastra, Mordes, Bursi 11, Matera 12, Ventimiglia, Bianco 3. All.: Di Caro
Arbitri: Di Mauro e Miceli

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti